Insurance Trade

Smart contract, fra IoT e blockchain

Tre studi, condotti dal Politecnico di Torino e dall’Innovation Team di Reale Group, analizzano potenzialità e possibili applicazioni delle nuove tecnologie nel settore assicurativo

09/03/2018
Una polizza contro la siccità che si attiva al decorrere dell’ennesimo giorno senza pioggia. Un lascito per i figli che si sblocca autonomamente al compimento di una certa età. Al momento solo suggestioni, poi domani chissà. Che potranno, in un futuro neppure troppo lontano, diventare realtà grazie al contributo di nuove tecnologie come blockchain, Internet of Things e smart contract.
Il tema è ricco di prospettive. E non stupisce che, in questo contesto, l’argomento sia finito al centro di tre studi condotti dal dipartimento di automatica e informatica del Politecnico di Torino e dall’Innovation Team di Reale Group, che sono stati recentemente pubblicati su importanti riviste internazionali. Stando ai risultati delle pubblicazioni, le nuove tecnologie potranno rivelarsi uno dei principali motori di cambiamento di settori altamente tecnici come le assicurazioni, portando a una riduzione dei costi e a un sostanziale ribaltamento dell’operatività quotidiana. 
“Questa entusiasmante tecnologia applicata al settore assicurativo ha un potenziale che non vediamo l’ora di esplorare”, ha commentato Matteo Cattaneo, head of innovation & corporate strategy di Reale Group. “Con la blockchain – ha aggiunto – portiamo un ulteriore esempio del nostro impegno a sfruttare le nuove tecnologie e promuovere l'innovazione nel nostro settore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti