Insurance Trade

Climate change, ecco perché è il nuovo campo da gioco

Il cambiamento climatico è indiscutibile, gli effetti sono sempre più chiari e il mondo dell'economia e della finanza sa che le regole della partita sono cambiate definitamente. Se n'è discusso in un workshop di Deloitte, a Milano

12/12/2019
Il tema del climate change è ormai mainstream. Tutto il mondo va nella direzione di considerare il cambiamento climatico, e i suoi effetti, come il primo rischio (World economic forum 2019) per l'economia globale. Sono tantissime le evidenze che confermano e illustrano questo nuovo status quo: dalla regolamentazione alle scelte delle aziende, alle attese dei consumatori. 

Per discutere di questo vastissimo tema, che appunto è in primis un argomento economico-finanziario, la società di consulenza internazionale, Deloitte, insieme a Nedcommunity e Andaf, ha organizzato la mattinata di approfondimento, Climate change: l'impatto del cambiamento climatico sul bilancio e l’informativa finanziaria. Un evento, introdotto da Stefano Dell'Orto, ad di Deloitte & Touche, che ha approfondito il contesto generale, le evidenze scientifiche, le probabili prospettive e che ha coinvolto aziende, mondo accademico e istituzioni finanziarie. "Deloitte – ha detto Dell'Orto – vuole essere protagonista di questo cambiamento disruptive in cui il climate change è certamente un tema centrale nell'attuale contesto economico e normativo".

Se fino a qualche anno fa il cambiamento climatico poteva ancora essere oggetto di un dibattito, oggi non lo è più: ciò che sta evolvendo sono gli impatti sull'economia sia del climate change in sé, sia del costo degli strumenti per mitigarlo e sia della transizione verso un nuovo modello. E' ormai cosa assodata e verificabile che gli eventi estremi sono aumentati negli ultimi 10 anni e che la temperatura media del pianeta è in costante crescita. Basti ricordare che, secondo le stime di Munich Re, nel solo 2017 le perdite assicurative derivanti da eventi indotti dal cambiamento climatico sono state pari a 140 miliardi di dollari.

Ma queste cose, almeno tra addetti ai lavori, si sanno bene. Ci si potrebbe sorprendere, invece, di come andando oltre il quotidiano bombardamento di notizie allarmanti che prefigurano l'apocalisse climatica, nel mondo reale le cose stanno cambiando davvero, perché a tutti conviene che sia così: perché il mercato è fatto per sopravvivere, non per schiantarsi dritto contro un muro. 

Un approfondimento dell'evento di Deloitte sarà pubblicato lunedì 16 dicembre, su Insurance Daily.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti