Insurance Trade

Cina, la carica della finanza estera

Banche e assicurazioni straniere sono sempre più presenti sul territorio cinese, dice la Commissione di regolamentazione bancaria e assicurativa

10/12/2019
Alla fine dello scorso ottobre, le attività totali degli assicuratori stranieri in Cina erano pari a 1.280 miliardi di yuan, cioè circa 165 miliardi di euro. Le banche finanziate dall'estero risultavano invece aver istituito un totale di 41 entità con personalità giuridica, 114 filiali e 976 istituti operativi nella Cina continentale, le cui attività raggiungevano in totale i 3.370 miliardi di yuan, ovvero circa 430 miliardi di euro. 

Ma i numeri sono in crescita, giacché nei primi dieci mesi, la Commissione di regolamentazione bancaria e assicurativa cinese ha già approvato 18 richieste di apertura da parte di banche e compagnie straniere sul territorio cinese. 
I dati sono stati comunicati dalla stessa Commissione che ha messo in evidenza come le banche e gli assicuratori con finanziamenti stranieri abbiano riportato una crescita molto significativa della propria presenza nel mercato domestico negli ultimi anni. 

Contemporaneamente, precisa l'Autorità, "la Cina continua ad aumentare gli sforzi a favore dell’apertura finanziaria e del miglioramento del contesto imprenditoriale". In futuro, proprio al fine di accogliere in Cina gli "attori stranieri più qualificati per fare affari", la Commissione ha annunciato che "farà avanzare ulteriormente l’apertura finanziaria, rafforzerà la regolamentazione e si impegnerà a creare un clima di mercato equo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

cina,
👥

Articoli correlati

I più visti