Insurance Trade

Te lo assicuro, l’assicurazione spiegata con ironia

Una sitcom in 10 puntate, con protagonista l’attore Pino Insegno, che valorizza i temi della protezione e della prevenzione in ambito salute, previdenza e sicurezza stradale.

03/12/2019
Comunicare in modo innovativo attraverso i nuovi media il mondo assicurativo e i suoi valori. È questo l’obiettivo della webserie Te lo assicuro prodotta dalla Fondazione Ania e presentata il 2 dicembre alla Casa del Cinema di Roma.
Una sitcom in 10 puntate, con protagonista l’attore Pino Insegno, che valorizza i temi della protezione e della prevenzione in ambito salute, previdenza e sicurezza stradale. Tutto viene fatto in chiave umoristica, raccontando le vicissitudini della famiglia Mattioli e di quei momenti di gioco, confronto e riflessione quotidiana che si intrecciano con le tematiche assicurative. Ogni puntata regalerà uno sguardo su uno dei progetti della Fondazione Ania, che negli anni ha realizzato e proposto importanti progetti per la sicurezza stradale, la protezione personale, la protezione del patrimonio e la diffusione dei corretti stili di vita.  
“Cercheremo di tradurre in chiave umoristica – ha spiegato Umberto Guidoni, segretario generale della Fondazione Ania – il ruolo che hanno le compagnie assicurative nel sistema paese, cioè quello di prevenire, proteggere e tutelare dai rischi. La chiave che abbiamo scelto è del tutto nuova rispetto alle nostre precedenti campagne di comunicazione e crediamo sia efficace per produrre una cultura assicurativa. Ogni puntata farà riferimento ad un’attività che la Fondazione Ania ha svolto in questi anni nel settore della prevenzione”.
La serata di presentazione della webserie Te lo assicuro, che ha visto la partecipazione di numerosi personaggi dello spettacolo, è stata anche l’occasione per raccontare alcune best practice messe in atto dalla Fondazione Ania, come Ania Cares, il pronto soccorso psicologico per le vittime della strada, lo Street health tour, iniziativa che ha consentito di offrire check up medici gratuiti ad oltre 17mila persone nelle piazze italiane e i progetti di educazione stradale nelle scuole, come Ania Campus e Neopatentati.
“È stata – ha detto Pino Insegno – una scelta coraggiosa, abbiamo cercato di realizzare un prodotto valido per fare una comunicazione istituzionale ma che funzionasse anche dal punto di vista mediatico".
Te lo assicuro è già disponibile on line. Le successive puntate saranno pubblicate con cadenza settimanale ogni sabato e saranno visibili sulla pagina facebook dedicata, sul sito internet e sul canale youtube della Fondazione Ania.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti