Insurance Trade

Sciopero Gagi: le Oo. Ss., tutelare i dipendenti

La preoccupazione delle sigle sindacali è che la chiusura delle agenzie impatti sul lavoro e sui diritti dei lavoratori che operano per le strutture della rete

12/11/2019
Le ragioni della mobilitazione del Gagi, prevista per il 18 novembre, sono comprensibili ma "l'azione di sciopero degli agenti dovrà essere gestita, dagli stessi, in modo tale da non avere alcun riflesso negativo sull’esatto adempimento delle obbligazioni retributive e normative convenute nel contratto di lavoro con i dipendenti". 
È quanto chiedono oggi Fisac, First, Fna e Uilca a proposito della giornata di serrata delle agenzie proclamata dal gruppo agenti per protestare con Generali Italia contro le "disfunzioni informatiche" e le "problematiche, assuntive e liquidative".  

La preoccupazione delle sigle sindacali è che la chiusura delle agenzie impatti sul lavoro e sui diritti dei dipendenti che operano per le strutture della rete. Nel comunicato si precisa che, "anche considerato che si prevede, da parte dei datori di lavoro, che il giorno 18 novembre sarà inibito qualsiasi collegamento con i sistemi informatici della compagnia, fermi restando la chiusura dell’agenzia", i dipendenti avranno il diritto, "attenendosi alle prescrizioni operative indicate dal datore di lavoro", di svolgere la normale giornata lavorativa. Niente ferie forzate, quindi, giacché il giorno di sospensione dovrà essere frutto "di libera scelta da parte del dipendente che lo porti a effettuare, nel caso, specifica richiesta in tal senso".  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti