Insurance Trade

Febaf, al via la task force sulla riforma fiscale

Per evitare ulteriori interventi spot che disincentivano il risparmio a medio-lungo termine

17/03/2014
Febaf mette in campo le proprie risorse per studiare una riforma della tassazione del risparmio. Si tratta un gruppo di lavoro che si concentrerà sullo sviluppo di una riforma coerente che superi, come si legge in una nota dell'associazione che riunisce banche, assicurazioni e istituzioni finanziarie, gli interventi degli ultimi anni, dettati da esigenze contingenti e proprio per questo non sistematici", che "hanno creato un quadro che si discosta nettamente dai sistemi fiscali esteri più evoluti, pone adempimenti onerosi e complessi a carico degli operatori, non agevola la formazione del risparmio a medio-lungo termine". 

Il gruppo di lavoro sarà presieduto da Franco Gallo, ex presidente della Corte Costituzionale e già ministro delle finanze nel governo Ciampi, a cui si affiancherà Norberto Arquilla, in qualità di coordinatore, accademici ed esperti delle associazioni aderenti a Febaf. Il think tank "si propone di studiare un nuovo modello di tassazione del risparmio che sia non distorsivo, efficace e competitivo rispetto alle realtà estere, consenta un agevole accertamento e riscossione dei tributi e favorisca l'investimento di medio-lungo termine".

Febaf fa anche riferimento a quanto detto dal neo premier Matteo Renzi, che aveva richiamato la necessità di una riforma complessiva. "Il nuovo welfare - dicono dalla federazione - e le nuove esigenze di finanziamento degli investimenti, specie infrastrutture e Pmi, impongono d'altronde di promuovere il risparmio e di favorirne l'afflusso dall'estero". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti