Insurance Trade

Compagnie, la scarsa autostima nelle competenze digitali

In un nuovo report di Capgemini, il settore dei servizi finanziari si giudica in ritardo nel percorso di digital transformation rispetto ad altri comparti

Compagnie, la scarsa autostima nelle competenze digitali hp_wide_img
Rispetto al 2012, i dirigenti del settore dei servizi finanziari, e quindi anche del management assicurativo, hanno meno fiducia nelle competenze digitali presenti in azienda: la percentuale dei manager che sono fiduciosi nella digital transformation è passata dal 41% al 37%, come si evince da una recente ricerca di Capgemini. Il report, che è parte della Digital mastery series di Capgemini, esamina la percezione di dirigenti di banche e assicurazioni a livello globale in merito alle capacità digitali e di leadership, confrontandole con uno studio analogo condotto nel 2012. 
Nello specifico, nonostante un maggior numero di dirigenti ritenga di possedere le competenze digitali richieste in ambito customer experience (40% rispetto al 35%), la fiducia sulle operation ha registrato un calo significativo: solo il 33% dei manager, rispetto al 46% di sei anni fa, ritiene di avere le capacità necessarie. 

In ambito digitale, solo il 27% delle compagnie assicurative (31% per le banche) si considera digital master, mentre il 56% si classifica come beginner digitale. Manca, in generale, ciò che i dirigenti del settore finanziario definiscono una vision convincente per la digital transformation: solo il 24% degli intervistati nel settore assicurativo ritiene che la digital transformation riguardi davvero tutte le unità organizzative. Una percentuale paragonabile (il 26%), inoltre, ritiene che esista una roadmap di alto livello per la digital transformation. 
Per le compagnie di assicurazione, sostiene Capgemini, il percorso verso una completa digitalizzazione è ancora lungo, tanto che solo un quarto (24%) dice di possedere una vision globale. Anche sotto il profilo degli aspetti culturali, il 25% delle compagnie ritiene che i propri manager stiano adottando dei nuovi modelli comportamentali, necessari per la digital transformation, rispetto al 37% delle aziende del settore dei servizi non finanziari. 

Questi problemi si riflettono sulla capacità di leadership, che sembra essere diventata un problema: il 41% dei dirigenti intervistati ritiene che la propria azienda ne sia dotata, un calo di 10 punti percentuali rispetto al 51% del 2012. La fiducia nella leadership è diminuita significativamente, soprattutto in alcune aree strategiche, tra cui governance (dal 45% al 32%), engagement (dal 54% al 33%) e relazioni IT-business (dal 63% al 35%). 
I risultati di questa ricerca, tuttavia, non sono da leggere con pessimismo, ma come un salutare bagno di realtà. “In un contesto di crescente concorrenza e aspettative dei consumatori – ha commentato Monia Ferrari, financial services director di Capgemini business unit Italy –, la percezione di settore è molto diversa rispetto a qualche anno fa e non sorprende che le grandi aziende siano diventate più realistiche in merito alle proprie capacità”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti