Insurance Trade

Ania, si consolida il ramo danni

Al 30 settembre 2017, un aumento dello 0,4% rispetto allo stesso periodo del 2016

20/11/2017
Lieve aumento (+0,4%) per il ramo danni italiano al 30 settembre 2017 rispetto allo stesso periodo del 2016. Lo rileva Ania nella sua comunicazione periodica, nota come Ania Trends. Alla fine del terzo trimestre i premi totali, composti da quelli prodotti dalle imprese italiane e quelli delle rappresentanze estere sul territorio nazionale, sono stati pari a 25,6 miliardi di euro. 

Si tratta, fanno sapere da Ania, della seconda variazione tendenziale positiva dopo cinque anni consecutivi di calo. 
Il merito di questo piccolo rilancio è del rallentamento del calo del ramo auto e della crescita dei premi degli altri rami danni. Il fatturato dell'Rc auto è stato pari a 10,2 miliardi, in calo del 2,8% rispetto alla fine del terzo trimestre del 2016, quando la diminuzione rispetto all'anno precedente era stata del 5,9%. I premi del ramo corpi veicoli terrestri sono stati pari a 2,2 miliardi, in crescita del 7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.  

Gli altri rami danni, alla fine del terzo trimestre del 2017, totalizzano oltre 13,2 miliardi con un tasso di crescita del 2%. In particolare, guardando al dettaglio dei sottorami, infortuni (+2,8%), tutela legale (+5,8%), malattia (+6,5%), assistenza (+6,6%) e perdite pecuniarie (+16,7%) registrano una variazione positiva superiore alla media.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti