Insurance Trade

Previdenza: meno investitori, più patrimonio

Secondo Itinerari Previdenziali, le masse gestite sfiorano gli 800 miliardi di euro

05/09/2017
Una fotografia della previdenza complementare in Italia, capace di fornire dati esaustivi su investitori istituzionali, iscritti e modalità di gestione. È l’obiettivo di Investitori istituzionali: iscritti, risorse e gestori per l’anno 2016, quarta edizione della pubblicazione curata periodicamente dal Centro Studi e Ricerche di Itinerari Previdenziali. Presentato oggi in anteprima alla stampa, il rapporto offre un quadro quantitativo sul mercato degli investitori istituzionali che operano nel settore della previdenza complementare. Con una novità: considerata la funzione di protezione sociale che svolgono quotidianamente, il rapporto include quest’anno anche il contributo delle compagnie di assicurazione che operano nel comparto vita per la classe C.
Il primo dato che salta all’occhio riguarda il numero di soggetti che operano nel settore: in Italia si contano oggi 438 investitori istituzionali, in diminuzione di dieci unità rispetto allo scorso anno. Un calo a cui fa da contraltare un aumento del patrimonio gestito, arrivato a quota 227,61 miliardi di euro: giusto per avere un’idea, rispetto al 2004 il dato è aumentato del 98%. Numeri che diventano ancor più elevati se si considerano anche le risorse gestite dai fondi pensione aperti, dai Pip (47,76 miliardi di euro) e, soprattutto, i 517 miliardi di euro in riserve delle compagnie di assicurazione. A conti fatti, il patrimonio complessivo arriva a 792,67 miliardi di euro, pari al 48% del Pil.
Sul fronte dei rendimenti, gli andamenti sono rimasti stazionari per tutto il 2016, capaci di mantenersi al di sopra dei livelli di rendimento obiettivo. Più incerta, invece, la situazione nel primo semestre del 2017, con i gestori schiacciati nella morsa dei bassi tassi di interesse e, non secondariamente, della volatilità data da fattori geopolitici. Un contesto, quest’ultimo, che ha spinto molti gestori a cercare asset class non correlate a questo genere di fenomeni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti