Insurance Trade

Un italiano su quattro rinuncia al dentista

È quanto emerge dall'ultima ricerca dell'Osservatorio Unisalute secondo cui, per il 37% di chi non si è curato, la scelta è stata dettata da motivi economici

Un italiano su quattro rinuncia al dentista hp_stnd_img
Che gli italiani, per colpa della crisi economica, abbiano iniziato a tagliare anche alcune spese per le cure mediche non è una novità. Tra le cure, spesso declassate come non strettamente necessarie ai primissimi posti ci sono quelle odontoiatriche. A dare la misura della situazione arrivano i dati emersi dall'ultima ricerca dell'Osservatorio sanità di Unisalute, secondo cui, nel corso dell'ultimo anno, un italiano su quattro non è mai andato dal dentista. Il dato preoccupante è che il 37% del campione ammette di aver rinunciato alle cure perché non in grado di affrontare questo tipo di spesa, percentuale che nelle regioni meridionali sale addirittura al 50%. Questo atteggiamento non ha certamente favorito un atteggiamento di prevenzione, dal momento che il 58% degli intervistati afferma di non essere andato dal dentista perché riteneva di non averne bisogno.
La tendenza rilevata dall'Osservatorio negli ultimi 12 mesi vede ha visto diventare la visita dal dentista una prestazione a cui sempre più si ricorre solo per un bisogno, e a cui sempre più spesso si rinuncia a causa dei costi. Infatti, tra coloro che sono andati dal dentista, solo quattro italiani su dieci si sono recati in uno studio odontoiatrico per fare prevenzione.
Per le cure dentistiche, l'87% degli italiani si affida al dentista privato di fiducia, mentre uno su dieci cambia a seconda delle offerte che trova, segno della crescente attenzione al portafoglio. Che il prezzo sia diventato una variabile determinante lo conferma anche la maggiore apertura verso le cure low cost, anche all'estero. Se quattro italiani su dieci sono ancora perplessi e dichiarano di non fidarsi, per il 32% sono un'opportunità in più che consente di risparmiare e per il 28% sono addirittura l'unica soluzione per molte famiglie che altrimenti sarebbero costrette a rinunciare alle cure.
Secondo l'Osservatorio, tuttavia, tra la popolazione del nostro Paese c'è una maggiore attenzione rispetto al passato verso lo sviluppo e alla diffusione di forme di sostegno ai redditi delle famiglie che possano permettere un maggiore e più esteso riscorso a prestazioni sanitarie: quasi uno su due (il 40%), infatti, si dichiara interessato a una polizza sanitaria per le spese odontoiatriche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti