Insurance Trade

Atradius, restano alti i livelli di insolvenza nell'automotive

Il player dell'assicurazione dei crediti fa una stima sull'andamento del settore in Italia

16/10/2014
In Italia i livelli di insolvenza nel settore auto restano ancora alti, con un incremento del 5% su base annua. È una delle tendenze che emergono dalle previsioni sul settore elaborate da Atradius, assicuratore del credito attivo a livello mondiale, nell'ambito dell'osservatorio sul settore nel nostro Paese.
A queste previsioni fanno da sfondo i comportamenti di pagamento dei clienti, sostanzialmente invariati rispetto allo scorso anno: si paga, mediamente a 60/90 giorni, o a 120/150 giorni. Ciò varia a seconda dell'acquirente finale, e della possibilità dell'impresa fornitrice di ottenere il capitale d'esercizio da fornitori o banche, all'interno di un settore che presenta (in particolare per le Pmi) un'elevata dipendenza dai finanziamenti bancari. Dal punto di vista dei tempi di pagamento da parte delle imprese clienti, in linea generale, Atradius rileva una maggiore celerità dei pagamenti da parte dei clienti esteri. Diverso lo scenario sul mercato nazionale dove, nel corso degli ultimi anni, i comportamenti di pagamento dei clienti sono stati caratterizzati da un andamento negativo. Negli ultimi sei mesi, tuttavia si è registrata un'inversione di tendenza, con una flessione nel numero delle notifiche di mancato pagamento, mentre gli importi medi restano stabili.

Pmi, assicurarsi per migliorare il proprio rating bancario

Molte imprese fornitrici italiane attive nel settore auto devono confrontarsi con una significativa riduzione dei margini di profitto, dovuta al periodo di crisi e alle conseguenti diminuzioni delle vendite cumulate negli corso degli anni. Ciò ha avuto conseguenze dirette sulle Pmi, la cui solvibilità e liquidità dipendono in larga parte dai comportamenti di pagamento della clientela. Di conseguenza, mentre si registra un miglior andamento delle imprese orientate all'export verso i Paesi extra Ue, con attese di una stabilizzazione della situazione finanziaria, le imprese focalizzate sul mercato domestico si trovano ad affrontare serie difficoltà per quanto riguarda ordini e pagamenti. I concessionari di autoveicoli continuano a essere il sotto-settore più debole, caratterizzato da una scarsa solidità patrimoniale.
Secondo Atradius, in questo contesto è importante non sottovalutare le criticità derivanti dal mancato rispetto delle tempistiche di pagamento delle fatture da parte dei clienti, siano essi sul mercato domestico o all'estero, adottando coperture assicurative di gestione del portafoglio clienti credito che offrano adeguato sostegno alla pianificazione finanziaria dell'impresa, con una regolarizzazione del cash flow", offrendo anche un valido supporto per ottenere migliore accesso al credito bancario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti