Insurance Trade

Sondaggio sul mobile wallet: necessario proteggere le transazioni

I consumatori temono ancora i pagamenti da smartphone

01/03/2012
Sì all'utilizzo dei dispostivi mobili per le transazioni economico-finanziarie, ma solo con prodotti assicurativi ad hoc per proteggere le operazioni. E' quanto emerge da un sondaggio sulle tendenze del mercato mobile condotto da Assurant solutions, compagnia assicurativa specializzata in risk management a livello globale. L'indagine mette in evidenza un'esigenza di protezione specifica per tutti quei pagamenti che è possibile effettuare tramite dispositivi mobili, come gli acquisti presso i negozi, il banking online, il pagamento delle utenze domestiche e gli acquisti online.

Quando si tratta di effettuare una transazione, i consumatori stanno molto attenti ad aprire il proprio mobile wallet" ha spiegato Nino Treusch, responsabile delle attività di mobile business development per l'Europa di Assurant solutions. "L'adozione del mobile wallet - ha aggiunto - è ancora poco diffusa nei Paesi in cui abbiamo condotto il sondaggio e la maggior parte dei consumatori hanno espresso forti perplessità in merito alla sicurezza di questo strumento di pagamento".

Lo studio è stato condotto su mille utenti di telefoni cellulari in ognuno dei Paesi presi in esame: Argentina, Cina, Germania, Spagna e Stati Uniti. Dalle interviste è emerso che ovunque tutti i consumatori si preoccupano quando devono dare i dettagli del proprio conto corrente, temono il furto di identità e delle password e, in generale, la vulnerabilità dei dati personali connessi ai dispositivi mobili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti