Insurance Trade

Report mancati pagamenti, aumenta il numero (+42%) e l'importo (+7%)

La ricerca trimestrale di Euler Hermes Italia sui principali settori del made in Italy

06/03/2012
In Italia continuano a crescere i mancati pagamenti: nel 2011 la frequenza è aumentata del 42% e gli importi medi del 17% rispetto all'anno precedente. Sempre rispetto al 2010, il mercato dell'export, principale volano dell'economia italiana, si mantiene invariato per quanto riguarda la frequenza, mentre mostra qualche segnale di difficoltà sul piano della severità (analisi degli importi medi) in aumento del 7%. E' la fotografia scattata da una ricerca trimestrale condotta su ogni regione, che comprende anche uno specifico approfondimento per settori merceologici.

Alla base dell'analisi, il monitoraggio giornaliero dei pagamenti tratto dalla banca dati Euler Hermes Italia, costituito da circa 450mila aziende. Il rapporto permette di tracciare anticipatamente il trend del ciclo economico e dunque rappresenta una guida utile per orientarsi nelle complessità dell'attuale scenario economico e finanziario. Inoltre indaga in modo analitico lo stato di salute dei segmenti produttivi fondamentali, elimina il rischio di scelte approssimative e scandisce i tempi della competitività.

Il fenomeno dei mancati pagamenti in Italia - ha spiegato Michele Pignotti, capo della regione paesi Mediterranei, Africa e Medio Oriente di Euler Hermes e country manager di Euler Hermes Italia -riguarda tutti i principali settori del made in Italy. Nel mercato export segnali positivi arrivano dall'abbigliamento, il calzaturiero e la siderurgia, che si confermano solidi nei principali mercati di sbocco come Francia, Germania e Usa".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti