Insurance Trade

Sinistri Rc auto, i numeri dei contenziosi nel 2011

L’Isvap ha diffuso le statistiche relative all’ambito civile e penale

Sinistri Rc auto, i numeri dei contenziosi nel 2011 hp_stnd_img
Alla fine dello scorso anno le cause civili pendenti, in ogni grado di giurisdizione, erano 293.772, in lieve calo (0,6%) rispetto al 2010; mentre quelle penali, in aumento dell'1,1%, erano 7.542. Lo rende noto l'Isvap nella sua annuale relazione sullo stato del contenzioso per i sinistri Rc auto, elaborata grazie alle informazioni inviate dalle imprese.

Diminuiscono dunque le cause civili e aumentano quelle penali, ma per quanto riguarda il primo ambito l'Autorità segnala che l'incidenza delle cause sul numero dei sinistri a riserva è in crescita per il terzo anno consecutivo, attestandosi al 19,3% (17,7% alla fine del 2010). Questo è dovuto a una riduzione del numero delle cause molto più contenuta rispetto al calo dell'8,6% registrato dal numero dei sinistri appostati a riserva. In dettaglio, le cause di I grado pendenti al 31 dicembre 2011 erano 279.555 (-0,6%) e rappresentano, come nel 2010, il 95,2% dei procedimenti civili in essere. Tra questi quelli pendenti presso i Giudici di Pace sono in leggera crescita (0,9%) e costituiscono l'82,1% del totale; anche qui l'incidenza sui sinistri a riserva continua a crescere, raggiungendo il 15,1%.
Per quanto concerne i procedimenti civili di II e III grado, a fine 2011 erano pendenti 14.217 cause, quasi invariate rispetto al 2010. Nello specifico mostrano una crescita sia i procedimenti innanzi i Tribunali (0,8%) che nelle Corti d'Appello (0,3%), mentre sono in calo le cause in trattazione presso la Corte di Cassazione (-11,3%).
Sul versante penale l'incidenza dei contenziosi sui sinistri a riserva è pari allo 0,5%. Le cause pendenti sono in prevalenza presso i Tribunali (6.053 procedimenti) e i Giudici di Pace (1.404).

L'Isvap precisa che i dati statistici si riferiscono alle imprese di assicurazione nazionali e alle rappresentanze in Italia di imprese extra See e non comprendono le cause pendenti concernenti i sinistri delle compagnie poste in liquidazione coatta amministrativa e i sinistri gestiti dal Fondo di garanzia vittime della strada.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti