Insurance Trade

Casa, come cambia l’opinione degli italiani

L’ultima edizione di Changes, progetto di ricerca del gruppo Unipol, evidenzia l’impatto della pandemia e della crisi energetica sulle abitudini abitative della popolazione

Casa, come cambia l’opinione degli italiani hp_wide_img
La casa di proprietà non è più il sogno degli italiani. Secondo l’ultima edizione di Changes, progetto di ricerca promosso da Unipol e realizzato da Ipsos, soltanto il 55% della popolazione predilige ancora un’abitazione di proprietà. Numeri ancora più bassi per la cosiddetta generazione Z, ossia le persone con meno di 26 anni: il 51% dei giovanissimi afferma infatti di preferire soluzioni alternative come l’affitto o il co-living.

Il prezzo si conferma invece il principale criterio di scelta per una nuova abitazione (64%), ma inizia ad emergere anche una certa sensibilità verso l’impatto ambientale e la sostenibilità energetica dell’immobile (37%), esito quest’ultimo forse inevitabile anche dell’attuale crisi delle fonti di energia: per il 37% degli intervistati si tratta di un elemento essenziale nella scelta dell’abitazione.

Forte anche l’impatto della pandemia sulle abitudini abitative della popolazione. Stando ai risultati dell’indagine, il 48% degli italiani passa ora meno tempo in casa con gli amici rispetto a due anni fa. Viceversa, crescono sensibilmente le ore dedicate a momenti individuali, come tv, lettura e radio (37%) e hobby o lavoretti domestici (32%). Ed è proprio sulla base del maggior tempo passato in casa che, secondo la ricerca, gli italiani risultano incentivati a rendere la propria abitazione più funzionale e confortevole: uno su tre (32%) ha sostituito gli elettrodomestici nell’ultimo anno, il 23% pensa di farlo entro il prossimo anno, il 17% ha ristrutturato gli interni e il 14% ha modificato gli spazi esterni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti