Insurance Trade

Fintech, raccolta a due miliardi di euro in Italia

Settore in fermento ma molto resta ancora da fare: il Fintech Index del Politecnico di Milano non raggiunge ancora la sufficienza

Fintech, raccolta a due miliardi di euro in Italia hp_wide_img
In Italia si contano attualmente 564 realtà fintech e insurtech. La raccolta del settore ha raggiunto la soglia dei due miliardi di euro. Ma molto, secondo l'ultima ricerca dell'Osservatorio Fintech & Insurtech della School of Management del Politecnico di Milano, resta ancora da fare prima che il mercato possa davvero spiccare il volo: il Fintech Index si ferma a 5,7 su 10, al di sotto della soglia di sufficienza.

Alla base del ritardo c'è soprattutto l'elevata concentrazione del settore. L'accesso ai capitali è infatti ancora limitato, con oltre il 50% delle realtà innovative che non hanno raccolto risorse. E la stragrande maggioranza degli investimenti è guidata da pochi attori, quelli tradizionalmente più attivi nella contaminazione con fintech e insurtech.

Nel dettaglio del settore assicurativo, la ricerca conta 130 realtà insurtech, suddivise in due categorie: il 64% rientrano nell'insieme delle insurtech in senso stretto, ossia quelle che offrono servizi assicurativi, mentre le altre (36%) rientrano nella categoria delle tech insurance e offrono soluzioni tecnologiche per gli operatori di mercato. La raccolta delle insurtech è arrivata a 120 milioni di euro, pari al 6% del totale.

Per quanto riguarda invece la domanda di mercato, la ricerca evidenzia la crescita nell'adozione di servizi fintech e insurtech da parte dei consumatori. I servizi più utilizzati sono il pagamento tramite smartphone (54%) e il trasferimento di denaro tramite app (44%), mentre ancora poco diffuse risultano le soluzioni più strettamente assicurative: soltanto il 31% dei clienti ha adottato servizi digitali per le acquisto o il rinnovo di polizze, con quote ancora inferiori per quanto riguarda la possibilità di modificare le proprie coperture in digitale (18%) e la gestione sinistri da mobile (15%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti