Insurance Trade

Alluvioni, rivedere la direttiva europea

Sarebbe importante, secondo Insurance Europe, un uso più efficace dei dati raccolti in questi anni, per monitorare meglio il rischio inondazione

24/06/2020
Un terzo di tutte le perdite catastrofali europee dal 1998 al 2018 sono state il risultato di inondazioni e hanno causato danni per 157 miliardi di euro. Solo le cinque inondazioni più costose di quel periodo hanno causato una perdita di 52,4 miliardi.  Considerando tutti i danni da eventi idrogeologici, il settore assicurativo, nel periodo considerato, ha coperto solo il 27% delle perdite. Dal 2007, la direttiva Ue sulle inondazioni ha fornito una serie di prescrizioni agli Stati membri, tra cui una serie di interventi di messa in sicurezza del territorio e il monitoraggio di mappe di rischio più precise.  

Secondo Insurance Europe, sebbene la direttiva si stata utile e positiva, è giunto di momento di rivederla: in primis, dicono gli assicuratori, la direttiva dovrebbe imporre agli Stati membri di adottare misure per incoraggiare il ricorso alle polizze specifiche. Servirebbe anche che il campo di applicazione si estendesse oltre le inondazioni fluviali; mentre sono necessarie regole chiare e complete per regolare il consumo del suolo e l’edificazione, in particolare per le aree soggette a inondazioni. Sarebbe importante, in conclusione, un uso più efficace dei dati raccolti in questi anni di vita della direttiva, per monitorare meglio il rischio alluvione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti