Insurance Trade

Ga-Gi, il congresso di Lisbona rielegge Cirasola

Nella due giorni (14-15 giugno) nella capitale portoghese, il presidente uscente è stato riconfermato con un ampio margine: 545 preferenze

17/06/2019
Vincenzo Cirasola è stato riconfermato alla guida del Gruppo Agenti Generali Italia (Ga-Gi). Questo l’esito del trentatreesimo congresso della rappresentanza, svoltosi a Lisbona il 14 e 15 giugno scorsi. All’appuntamento hanno partecipato 854 agenti, tra presenti e delegati: il presidente uscente è stato rieletto con un consenso molto ampio, 545 preferenze, mentre al secondo più votato sono andati 156 voti.
Il congresso di Lisbona è stata l’occasione per un confronto e un dibattito, a tratti acceso, tra gli agenti di Generali Italia presenti a Lisbona. L’apertura dei lavori è stata affidata alla relazione della giunta esecutiva uscente, esposta da Cirasola. Il presidente del Ga-Gi ha illustrato tutto il lavoro svolto dalla giunta dalla giunta e dal consiglio direttivo e dalle varie commissioni tecniche, in carica nel corso del triennio, evidenziando tutte le battaglie più importanti: dall’entrata in vigore fino al recepimento della Idd, all’accordo-dati basato sul modello della contitolarità, fino al nuovo mandato unico, che è stata ratificato dal congresso straordinario di Bologna dello scorso primo aprile.

Problemi da risolvere sui sistemi informatici

A seguito della relazione, nel dibattito aperto agli interventi degli iscritti, è stato espresso apprezzamento per i risultati raggiunti, ma sono anche state illustrate le criticità che continuano a caratterizzano l’operatività quotidiana degli agenti Generali Italia. Tra queste un particolare accento è stato riservato ai “disagi legati alle disfunzioni dei sistemi informatici, e ad alcune limitazioni assuntive”, spiega una nota del Ga-Gi. Criticità che sono state evidenziate in primis dal presidente del congresso, Roberto Romani, agente di Castelnuovo di Garfagnana (Lucca), nel pomeriggio di venerdì, “il cui intervento è stato molto apprezzato dalla platea”.
Era presente a Lisbona anche il top management della compagnia, a partire dal ceo di Generali Country Italia e global business lines, Marco Sesana. Nel suo intervento, Sesana ha sottolineato l’intenzione della compagnia di “proporre prodotti competitivi” in un mercato assicurativo caratterizzato da grande concorrenza, velocità e al passo con le esigenze del cliente, ribadendo “il ruolo cruciale giocato dagli agenti nel processo di distribuzione assicurativa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti