Insurance Trade

Assiteca, balzo dell'utile netto nel 2018

La società di brokeraggio e consulenza assicurativa ha approvato il bilancio al 30 giugno con risultati in netta crescita

28/09/2018
Il cda di Assiteca ha approvato il bilancio al 30 giugno 2018, certificando un crescita dei ricavi del 4%, a 67,4 milioni di euro, un balzo dell'utile netto a 4,6 milioni (+29,4%) e un Ebitda a 9,9 milioni, in crescita di oltre il 10%. I risultati saranno proposti all'assemblea degli azionisti il prossimo 25 ottobre. 
"I risultati di bilancio - si legge nella nota della società - sono frutto di una crescita costante per acquisizioni e per linee interne ma soprattutto della recente trasformazione da broker a società di consulenza a 360 gradi sui rischi di impresa, a cominciare dalla sicurezza digitale e quelli derivanti dalle tecnologie informatiche".
Tra le azioni che hanno caratterizzato l'anno fiscale di Assiteca è utile ricordare che nel mese di marzo, il gruppo ha firmato un accordo preliminare per l'acquisto del 100% del capitale di Assidea, broker attivo nell'offerta di servizi rivolti sia alla Pubblica amministrazione, sia al segmento corporate. L'operazione sarà perfezionata a inizio 2019. 

La crescita dei ricavi è stata conseguita per linee interne attraverso il potenziamento delle attività di sviluppo commerciale "volte al rafforzamento del portafoglio clienti e all'ampliamento dell'offerta, attraverso la controllata Assiteca Consulting, di nuovi servizi di consulenza che integrano e completano la tradizionale attività di brokeraggio assicurativo", spiega la società. Molto buono il risultato conseguito da Assiteca Agricoltura, che nel 2018 ha registrato ricavi pari a 4,2 milioni, in crescita rispetto al 2017 di oltre il 30%, grazie anche a nuove collaborazioni con altri intermediari.
La posizione finanziaria netta, che include i debiti per acquisizioni, è pari a 23,7 milioni, in miglioramento dai 27,1 milioni dell'anno precedente. 
Per quanto riguarda la distribuzione dell'utile, l'assemblea dovrà deliberare sulla proposta del 5% a riserva legale e di un dividendo pari a 0,07 euro per azione, in crescita del 40% rispetto al 2017 quando il dividendo distribuito era stato pari a 0,05 euro per azione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti