Insurance Trade

Anapa firma il nuovo Ccnl dei dipendenti di agenzia

Intesa siglata con Fisac, First, Fna e Uilca, resterà valida fino al 30 giugno 2020

15/01/2018
È stato definito il nuovo contratto collettivo nazionale dei dipendenti di agenzia sottoscritto tra Anapa Rete ImpresAgenzia (assistita da Confcommercio) e le sigle sindacali Fisac Cgil, First Cisl, Fna e Uilca. L’accordo, firmato oggi a Bologna dopo una trattativa durata 15 mesi, sarà depositato presso il ministero del Lavoro. Il nuovo contratto, che ha durata pari a quattro anni e sei mesi (dal 1° gennaio 2016 al 30 giugno 2020) introduce “molti elementi moderni, alla luce dell’evoluzione che sta interessando il mercato assicurativo”, spiega una nota di Anapa. In particolare le novità riguardano la flessibilità dell’orario di lavoro, la possibilità per otto settimane di svolgere la prestazione lavorativa nella giornata di sabato, una diversa modulazione degli scatti di anzianità per i nuovi assunti; il passaggio da retribuzione annua a retribuzione mensile, che non rappresenta solo una modifica teorica, ma ha ripercussioni pratiche sull’attività in generale, ad esempio nell’adeguamento del criterio di calcolo del lavoro straordinario, comportante una sostanziale diminuzione degli oneri a carico del titolare.
Anapa sottolinea il fatto che, rispetto ai precedenti accordi, per quello appena siglato non è prevista una qualsiasi somma una tantum per coprire il periodo arretrato, in cui il contratto non è stato rinnovato: la quota di aumento, estremamente contenuta, si concretizza in 35 euro lordi mensili per l’intera durata. “Le parti – scrive l’associazione – hanno condiviso l’importanza di valorizzare e razionalizzare l’attività svolta dall’ente bilaterale Ebass attraverso la sottoscrizione di un accordo sulla governance della bilateralità, con l’obiettivo di rilanciare l’azione di quest’ultimo, e introducendo importanti strumenti di welfare sia per i lavoratori che per le agenzie”.
Secondo il presidente di Anapa, Vincenzo Cirasola, “la sottoscrizione di questo secondo contratto collettivo è la dimostrazione che la nostra associazione è un interlocutore serio e riconosciuto a livello istituzionale e nazionale, e che rispetta i dipendenti amministrativi, asset fondamentale delle nostre imprese agenzie, offrendogli uno strumento di contrattazione moderno, in grado di rispondere alle attuali richieste del mercato del lavoro e di quello assicurativo e che certamente andrà sviluppato in futuro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti