Insurance Trade

Cirasola, da Ania con mentalità aperta e in difesa dell'imprenditorialità dell'agente

Ieri l'Incontro tra gli intermediari in vista di martedì 30 luglio

26/07/2013
Presenti gli esecutivi di Anapa, di Unapass, i rappresentanti di Uea e di 18 gruppi aziendali. Ieri a Bologna, all'incontro promosso da Anapa, si è mosso un ulteriore passo verso la presentazione di quel cosiddetto Foglio Bianco che una parte degli agenti italiani dovranno scrivere in vista dei confronti con l'Ania. Il primo sarà proprio martedì 30 luglio alle 11, quando, alla presenza (annunciata) del presidente Aldo Minucci, Sna, Anapa e Unapass si sideranno finalmente attorno al tavolo con le compagnie.

Ieri abbiamo ribadito - spiega Vincenzo Cirasola a Insurance Trade - la volontà di andare da Ania con una mentalità aperta. Un appuntamento che servirà a porre le basi per il vero e proprio tavolo tecnico sul quale poi discutere concretamente delle questioni".

Ieri a Bologna, sono stati evidenziati i temi chiave, partendo però da un punto essenziale, condiviso dai presenti: cioè che il modello distributivo italiano è da migliorare ma non da scardinare. È un unicum a livello europeo, ha spiegato il presidente di Uea, Filippo Gariglio. "Noi, quindi - ha precisato Cirasola - non siamo d'accordo con quella parte della rappresentanza dell'intermediazione che prospetta addirittura di operare senza vincolo di mandato. La figura di agente che vogliamo è quella che attualmente esiste in Italia: vanno però sicuramente migliorate le condizioni di lavoro".

Al centro, i noti problemi relativi alle rivalse, alle indennità, ma non solo. "La nostra negoziazione - dice il presidente di Anapa - si baserà sulla costruzione di una cornice forte di riforma di istituti condivisi, all'interno della quale i gruppi agenti si potranno muovere con relativa autonomia. Nel tavolo politico i gruppi sono pienamente coinvolti". Una maggiore autonomia nell'ambito dei mandati societari, una revisione della contribuzione del fondo pensione, la titolarità dei dati dei clienti: sono tutti aspetti primari che rientreranno nella cornice, nell'ottica di un "rafforzamento dell'imprenditorialità degli agenti".

"Non andremo comunque da Ania già con i comandamenti scritti - ribadisce Cirasola - perché tutto dipenderà dall'approccio che si avrà martedì 30 luglio".
Purtroppo però la categoria si presenterà all'appuntamento, seppure preliminare, ancora percorsa da forti divisioni. Sna non era presente con nessun rappresentante e per questo "c'è del rammarico", ammettono da Anapa, anche perché il senso del del Foglio Bianco, "non è quello di etichettare l'iniziativa col marchio di Anapa. Ma speriamo che dopo il 30 si possa recuperare un'unità: io sono ottimista e spero che prevalga l'interesse della categoria", conclude Cirasola.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti