Insurance Trade

Anapa: Preventivatore Rca, miglioramenti ma non basta

Resta difficile, tra le altre cose, secondo l'associazione, comprendere la disparità di trattamento cui è soggetto il cliente che si serve di un agente o di un broker di assicurazioni

Anapa: Preventivatore Rca, miglioramenti ma non basta hp_stnd_img
Secondo Anapa ReteImpresa Agenzia "il lavoro svolto da Ivass per ridurre al minimo le incombenze in capo agli intermediari" è apprezzabile "ma non basta". Resta difficile, secondo l'associazione, comprendere "la disparità di trattamento cui è soggetto il cliente che si serve di un agente o di un broker di assicurazioni". 
Inoltre il confronto fra contratti Rc auto base sposta l'attenzione sul prezzo della polizza invece che sulla qualità della copertura. 

"Recependo le osservazioni presentate da Anapa e altri soggetti interessati - si legge nella nota -, il regolamento posto da Ivass in seconda pubblica consultazione fino allo scorso 16 aprile presenta evidenti miglioramenti: è stato superato il concetto dell'area riservata che avrebbe dovuto avere ogni intermediario; è stato tolto l'accesso al preventivatore tramite Spid; si è equiparato l'accesso di ogni singolo intermediario a quello del consumatore. Tuttavia - continua Anapa -, sullo sfondo permane il gusto amaro di un ulteriore onere sulle spalle degli agenti, che non apporta nulla in termini di crescita della tutela dei clienti". 

"L'obbligo di preventivazione basato sul contratto base - ha commentato Vincenzo Cirasola, presidente nazionale di Anapa Rete ImpresAgenzia - è riduttivo rispetto all'attività di consulenza tipica dell'agente di assicurazione. Pur apprezzando il lavoro svolto nell'ultimo anno da Ivass, anche la seconda versione del regolamento posta in pubblica consultazione non apporta alcun beneficio al consumatore, ma appesantisce ulteriormente il bagaglio di oneri in capo agli agenti. Anapa è come sempre disponibile ad aprire un confronto con Ivass per individuare, nel rispetto dei reciproci ruoli, soluzioni migliorative del regolamento nell'interesse dei consumatori e del mercato assicurativo", ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti