Insurance Trade

Gli agenti Italiana eleggono Giuseppe Sutera: un presidente in continuità

Il congresso della rappresentanza, svoltosi a Lazise dal 10 al 12 settembre, ha incoronato il 42enne agente palermitano, già vice del predecessore Massimo Uncini. Il neo presidente commenta con Insurancetrade.it la sua elezione

Gli agenti Italiana eleggono Giuseppe Sutera: un presidente in continuità hp_wide_img
Il congresso degli Gruppo Agenti Italiana Assicurazioni, svoltosi a Lazise (Verona) dal 10 al 12 settembre, ha eletto un nuovo presidente: Giuseppe Sutera (nella foto). Palermitano, classe 1979, subentra a Massimo Uncini. Sutera fa parte del comitato di presidenza dal 2012, e nell’ultimo triennio ha ricoperto l’incarico di vice presidente.

Il presidente uscente, Uncini, resterà comunque all’interno del comitato di presidenza, di cui fanno parte anche Carmine Catena, Rosanna Fiorentino (vice presidente), Mirko Landi, Emanuele Lonzi, Antonio Marciano, Riccardo Pensini, Alessandro Piconese, Alessandro Salvador, Mario Sias.

 Al telefono con Insurancetrade.it, Giuseppe Sutera ha parlato di come si è svolto il congresso, esprimendo soddisfazione per il fatto che l’appuntamento si sia potuto svolgere, finalmente, in presenza.

“Dopo tre anni piuttosto impegnativi – spiega Sutera – anche a causa della fusione tra Italiana Assicurazioni e Uniqa, che ha comportato un lavoro straordinario anche per le attività di rappresentanza, il mio predecessore Uncini ha preferito prendersi una pausa e mi ha chiesto di succedergli, cosa di cui sono molto felice”.

Dialogo proficuo con la compagnia

Nel corso del congresso, prosegue Sutera, “è stato portato avanti un confronto con altri colleghi che poi si è concluso con solo la nostra lista alla candidatura. Quindi abbiamo ricevuto il consenso di tutti i colleghi presenti, e questo ci dà molta energia per il lavoro che andremo a svolgere come rappresentanza”. Sutera sottolinea che il dialogo con la compagnia “è sempre proficuo”, e che Italiana Assicurazioni “ha storicamente un ottimo rapporto con la sua rete. È chiaro che il momento è complicato, anche vista la fusione con Uniqa e il periodo post-Covid che stiamo attraversando, ma siamo certi che il confronto potrà portare a buoni risultati e al miglioramento di alcune problematiche operative che al momento caratterizzano la nostra compagnia, ma che sono sicuramente superabili”.

Il ritorno ai congressi in presenza

Come accennato, il congresso è stato fatto in presenza, su forte spinta del precedente presidente Uncini, appoggiato da tutto il comitato di presidenza. L’alternativa sarebbe stata, così come hanno fatto altri gruppi agenti, quella di prorogare la composizione attuale per un altro anno. “Abbiamo posticipato il congresso, inizialmente fissato per giugno, a dopo l’estate, nell’auspicio che la campagna vaccinale entrasse nel vivo. Le regole emanate dal governo il 6 agosto – osserva Sutera – ci hanno confermato che con tutte le dovute regole e precauzioni (in primis green pass e mascherina obbligatorie) il congresso si sarebbe potuto fare. Lo abbiamo celebrato, devo dire, con grande soddisfazione di tutti, soprattutto per essere riusciti a rivederci di persona: c’è stata un’ottima risposta”. È stato un appuntamento molto partecipato, con numeri ampiamente in linea con i precedenti congressi del gruppo agenti, con oltre 180 partecipanti presenti fisicamente in sala".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti