Insurance Trade

Assicurazione obbligatoria del medico e responsabilità sanitaria

Il nuovo libro, scritto a quattro mani dagli avvocati Maurizio Hazan e Daniela Zorzit, è aggiornato al Decreto del Fare

Assicurazione obbligatoria del medico e responsabilità sanitaria hp_stnd_img
Orientarsi sulle norme che regolano l'assicurazione obbligatoria del medico e la responsabilità sanitaria. E' in arrivo un prezioso strumento che aiuterà a orientarsi su queste due complesse tematiche: l'ultimo libro realizzato dall'avvocato Maurizio Hazan, fondatore e managing partner dello studio legale Taurini-Hazan nonché docente in Diritto delle Assicurazioni presso l'Università Carlo Cattaneo, assieme a Daniela Zorzit, avvocato in forze al medesimo studio legale con specifiche competenze nell'ambito del diritto assicurativo, societario e della responsabilità civile. Il volume, dal titolo Assicurazione obbligatoria del medico e responsabilità sanitaria, edito da Giuffrè editore, è aggiornato dal D.l. n.69/2013 (il c.d. Decreto del fare).

Si parte dal decreto Balduzzi, entrato sulla scena in modo dirompente scompaginando i vecchi copioni sotto il vento di una nuova regia. L'introduzione dell'obbligo assicurativo a carico degli esercenti le professioni sanitarie, scrivono gli autori ha portato con sé una modifica dei tradizionali assetti della responsabilità risarcitoria, anzitutto sotto il profilo del danno, ma anche - noi crediamo - delle regole di imputazione. Il rinvio all'art. 2043 c.c. e ai criteri di cui agli artt. 138 e 139 del C.A.P. contenuto nell'art. 3 ha schiuso prospettive inedite che, seppur non immuni da profili problematici, rispecchiano una chiara volontà di cambiamento, all'insegna del contrasto della cd. medicina difensiva e nell'ottica del recupero e della valorizzazione della funzione sociale dello strumento assicurativo".

Seguendo il filo della evoluzione giurisprudenziale, il volume offre una ricostruzione, il più possibile completa, dello stato dell'arte, proponendo una chiave di lettura che va oltre antiche resistenze e si apre agli stimoli di un dibattito quanto mai attuale. Il tutto non senza dare conto della recentissima reintroduzione della mediazione obbligatoria (d.l. n. 69/2013), che potrà costituire ulteriore strumento di deflazione del contenzioso in materia di responsabilità sanitaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti