Insurance Trade

Aviva, lascia il ceo Mark Wilson

L'abbandono dell'incarico arrivato a sorpresa, non ancora individuato il sostituto. Il timone del gruppo trasferito al presidente Montague

09/10/2018
Mark Wilson (nella foto) da oggi non è più il group ceo di Aviva. Come si legge in una nota diffusa dal gruppo britannico, “il cda e Mark credono che dato il completamento del turnaround, sia giunto il momento per una nuova leadership per portare il gruppo nella prossima fase del suo sviluppo”. Una decisione certamente sorprendente, sia perché l’abbandono della carica di ceo ha effetto immediato, sia perché non è ancora stato individuato il designato a occupare la poltrona che è stata di Wilson. “La ricerca del successore – spiega il comunicato di Aviva – comincerà immediatamente, valutando sia candidati interni, sia esterni”. La compagnia prevede di completare questo processo entro i prossimi quattro mesi. Per il momento il cda di Aviva ha trasferito le funzioni di executive al presidente Adrian Montague, che gestirà la direzione esecutiva ad interim prima di passare la guida al nuovo ceo. In questo compito sarà assistito da altri tre manager del gruppo: Andy Briggs (ceo Uk insurance), Thomas Stoddard (cfo) e Maurice Tulloch (ceo international insurance). Non ci saranno ulteriori cambiamenti nei ruoli di alcun direttore. Mark Wilson, tuttavia, resterà nel gruppo Aviva fino all’aprile 2019 per “assistere e pianificare la transizione”.

Il commiato dell'ex ceo

Mark Wilson è diventato ceo del gruppo Aviva nel gennaio 2013. Sotto la sua guida, sottolinea il comunicato, “Aviva è stata ridisegnata per migliorare significativamente la sua performance finanziaria e la solidità del bilancio”. Nella nota sono anche riportate le parole dell’ormai ex ceo Wilson. "Quando sono entrato in Aviva – si legge – la compagnia era in cattive condizioni di salute. Aviva è molto diversa oggi. Ho raggiunto ciò che volevo ottenere, e ora è tempo per me di passare a nuove cose. È stato un onore guidare Aviva in questo periodo di immenso cambiamento. Sono felice di lasciare l'azienda in una posizione di forza dalla quale può prosperare. Vorrei ringraziare tutti coloro che, dentro e fuori Aviva, hanno supportato questo successo e auguro a tutti in Aviva il meglio per il futuro”. Durante la fase di turnaround, il gruppo è stato razionalizzato da 28 mercati a 14, è cresciuta come utile operativo e ha rafforzato il bilancio con un avanzo di Solvency II di 11 miliardi di sterline al 30 giugno 2018. Il gruppo si è concentrato su aree di forza competitiva e investito in nuove iniziative come il digital.
“Il consiglio di amministrazione – ha spiegato il presidente e ceo ad interim, Adrian Montague – desidera ringraziare Mark per ciò che ha conseguito nei suoi sei anni in Aviva. Lascia il gruppo in uno stato molto più forte rispetto al suo arrivo. Aviva ora è finanziariamente robusta e offre una solida crescita degli utili. C'è ancora molto da fare per accelerare il nostro sviluppo strategico e migliorare il valore per gli azionisti. Abbiamo concordato con Mark che questo sia il momento giusto per un nuovo leader in grado di garantire che Aviva offra tutto il suo potenziale. La nostra priorità è assicurare, con il nostro nuovo amministratore delegato, di avere la giusta strategia, concentrazione, capacità e leadership. Sono fiducioso che offriremo una crescita a lungo termine a vantaggio dei nostri clienti, dei nostri dipedenti e dei nostri azionisti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti