Insurance Trade

La nuova offerta di Dual & Synkronos

Dopo l’unione tramite acquisizione delle due principali underwriting agency italiane, la direzione ha incontrato gli intermediari partner per presentare l’operazione e le nuove linee di business

21/06/2018
Con l’acquisizione formalizzata nei mesi scorsi di Synkronos Italia, Dual aumenta la propria presenza sul mercato e allarga il catalogo con tre nuove linee di business presentate ai 600 intermediari commerciali nel corso di un road show che ha toccato Roma, Bologna, Padova e Milano tra il 12 e il 19 giugno.

La consolidata offerta di Dual Italia in ambito Rc professionale, D&O, Property & Casualty, Cyber Liability e Financial Loss, si arricchisce delle tre nuove linee di business Benefit, Engineering e Fine Art acquisite da Synkronos e ora a disposizione delle due reti commerciali in una proposta complementare. 

Con le nuove linee sono stati presentati i rispettivi responsabili, che opereranno sotto la direzione di Anna Desiderato, underwriting director Property & Casualty di Dual Italia. La linea Benefit, affidata a Roberta Iascone, include le coperture specialistiche in ambito infortuni sia individuali che collettive; l’Engineering, coordinato da Erika Dotti, raccoglie le coperture nell’ambito delle costruzioni, dell’impiantistica, delle attività industriali e professionali; mentre la linea Fine Art, di cui si occupa Alessandro Brenna, include le coperture finalizzate a proteggere il patrimonio artistico. 

Dopo i cambiamenti in atto, gli assicuratori di riferimento hanno confermato il proprio impegno con Dual Italia: Great Lakes Insurance, parte del Gruppo Munich Re, e Italiana Assicurazioni, compagnia di Reale Group, mantengono invariato il supporto in termini di capacità assicurativa in ambito Benefit, Engineering e Fine Art., mentre per quanto riguarda Dual Profession e Dual Corporate Protection le garanzie continuano ad essere al 100% di Arch Insurance Company (Europe), e per Dual Business Interruption, Dual Cyber e Dual Nat Cat al 100% di Great Lakes Insurance. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti