Insurance Trade

Scuola-lavoro, le best practice di Allianz

Firmato il protocollo d'intesa con il ministero guidato da Giuliano Poletti per il progetto della compagnia che finora ha inserito in azienda 60 studenti

Scuola-lavoro, le best practice di Allianz hp_wide_img
Il progetto Dualità Scuola-Lavoro di Allianz Italia ha ottenuto un importante riconoscimento con la firma del protocollo d'intesa con il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, insieme a Giacomo Campora, direttore generale di Allianz Italia (da gennaio amministratore delegato) e l'altro dg, Maurizio Devescovi, hanno firmato il protocollo in un evento presso l'auditorium della Torre Allianz, a Milano. 

Il progetto è un modello d'integrazione tra la formazione e l'occupazione giovanile che si ispira all'esperienza duale tedesca: in Allianz Italia, sono stati inseriti finora sessanta studenti e studentesse che frequentano il quarto e il quinto anno presso diverse scuole secondarie superiori (liceo scientifico, classico, linguistico, liceo delle scienze umane e istituto tecnico-economico) dell'area milanese.

La formula di assunzione dei giovani è quella del contratto di apprendistato part-time al 30%, della durata di due anni, retribuzione annua lorda di circa 7.000 euro, più i benefit aziendali, tra cui buoni pasto, rimborso delle spese mediche e altre prestazioni. 

La seconda edizione del progetto è partita il 3 ottobre scorso, con l'assunzione di altri 30 ragazzi, dopo i primi 30 del primo anno (2016-2017). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti