Insurance Trade

Cattolica, l'assemblea rinnova le cariche fino al 2018

Unica novità è l'ingresso di Eugenio Vanda, consigliere di minoranza. Approvato piano di riacquisto azioni proprie per 60 milioni di euro

18/04/2016
Il gruppo Cattolica ha approvato il bilancio 2015 che, come già comunicato, ha visto un utile netto consolidato di 82 milioni di euro, in diminuzione del 23,8% e la distribuzione di un dividendo pari a 0,35 euro per azione. Un esercizio, si legge nella nota della compagnia “penalizzato da significativi oneri non ricorrenti, principalmente riconducibili a svalutazioni di partecipazioni bancarie”.  

Sabato scorso, durante l’assemblea dei soci, Cattolica ha rinnovato gli organi societari a partire dal cda che resterà in carica per il prossimo triennio. I nomi sono quelli dalla lista presentata dal consiglio di amministrazione, più quelli di Eugenio Vanda, consigliere di minoranza, candidato dalla lista Cattolica al centro – sicurezza e dialogo per il domani. Il nuovo cda è quindi composto da Paolo Bedoni (presidente), Giovanni Battista Mazzucchelli (amministratore delegato), Aldo Poli, Barbara Blasevich, Pilade Riello, Manfredo Turchetti, Anna Tosolini, Bettina Campedelli, Paola Ferroli, Giovanni Maccagnani, Luigi Mion, Luigi Baraggia, Lisa Ferrarini, Paola Grossi, Alessandro Lai, Carlo Napoleoni, Angelo Nardi e Eugenio Vanda. 

Per quanto riguarda il collegio dei probiviri, all'assemblea era stata presentata solo una lista da parte del cda composta da Pietro Clementi, Antonino Galice, Marco Cicogna (probiviri effettivi), Sergio Caneparo e Pier Giorgio Ruggiero (probiviri supplenti).

L’assemblea ha approvato anche un piano di acquisto e alienazione di azioni proprie, per un periodo di 18 mesi, che riguarda un numero massimo di pezzi pari al 5% del capitale sociale, per un controvalore di 60 milioni di euro. L’operazione servirà per necessità straordinarie e per “contenuti interventi sul mercato volti a dare liquidità e volumi stabili alle negoziazioni del titolo e a evitare incertezze e oscillazioni ingiustificate nelle quotazioni”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti