Insurance Trade

Unipol sottoscriverà il 4,9% dell'inoptato di Fonsai

Intanto Mediobanca e Unicredit sono a caccia di altra liquidità per i due aumenti

Unipol sottoscriverà il 4,9% dell'inoptato di Fonsai hp_stnd_img
L'asta dei diritti di opzione non esercitati di Unipol e Fonsai, relativi ai rispettivi aumenti di capitale, si terrà dal 3 al 7 settembre e ha già (almeno) un acquirente certo. Unipol ha fatto sapere di essere interessata, nell'ambito dell'offerta in Borsa dell'inoptato, ad acquistare un'ulteriore quota, pari al 4,9%, dell'ex compagnia dei Ligresti. L'impegno massimo per rilevare la quota ammonta a circa 45 milioni di euro e si aggiunge alla garanzia prestata dalla compagnia bolognese sull'inoptato relativo alle azioni di risparmio di Fonsai, che potrebbe costare a Unipol fino a 140 milioni di euro. Attualmente il colosso guidato da Carlo Cimbri controlla già, attraverso Premafin, il 35,7% del capitale ordinario di Fonsai e con questa prossima sottoscrizione dovrebbe arrivare al 40%.

In assenza di altri acquirenti spetterebbe alle banche del consorzio di garanzia, guidato da Mediobanca e Unicredit, farsi carico della porzione più rilevante dell'inoptato afferente alla doppia ricapitalizzazione, per un controvalore complessivo pari a 660 milioni di euro. La sottoscrizione di Unipol porterà il rischio di mercato che grava sugli istituti a circa 600 milioni di euro, per cui al consorzio rimangono solo pochi giorni per trovare altri investitori interessati a rilevare almeno una parte della considerevole mole di azioni rimasta invenduta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti