Insurance Trade

Sartorel, Italia mercato chiave per i giovani talenti

Il ceo di Allianz ha parlato in occasione della consegna dei diplomi del Mirm a Trieste

Sartorel, Italia mercato chiave per i giovani talenti hp_stnd_img
Era presente anche George Sartorel, ceo di Allianz, alla cerimonia di consegna dei diplomi del Master in assicurazioni e risk management (Mirm) organizzato dal Mib School of management di Trieste. Durante l'evento, Sartorel ha illustrato alcune delle strategie e degli obiettivi di Allianz, nel 2013, per quanto riguarda l'Italia, definita come un Paese di grandi opportunità, nel quale vogliamo crescere e investire sui giovani". Non a caso Allianz, che sostiene il Mib di Trieste sin dalla fondazione avvenuta 25 anni fa, è una delle aziende che più hanno attinto tra i diplomati di questo master.

"Il Mirm rappresenta un'occasione unica per entrare nel mondo del lavoro dalla porta principale", ha sottolineato Sartorel, forte dei dati che dimostrano come questo master rappresenti una solida certezza rispetto alle aspettative degli studenti: negli ultimi tre anni, infatti, il 90% dei giovani diplomatisi qui ha trovato occupazione entro i 6 mesi dalla fine del corso. Oltre alla compagnia tedesca, attingono abitualmente dal Mirm altre grandi società di assicurazioni e di consulenza come Generali, Marsh, Kpmg, Ernst&Young, PriceWaterhouseCooper, contribuendo così alla crescente notorietà internazionale del master.

Tornando agli obiettivi di Allianz, Sartorel ha spiegato come nel 2012 siano state gettate le basi per un profondo rinnovamento che, quest'anno, porterà all'unificazione delle tre reti degli agenti del gruppo sotto il marchio Allianz. Una strategia incentrata su multi-accesso, cross-canalità e offerta modulare di prodotti, con l'intento di "rispondere alle esigenze dei consumatori ovunque e in qualunque momento". "La digitalizzazione del nostro modello di business - ha concluso il ceo di Allianz - sarà l'elemento chiave del 2013 e ci consentirà di sfruttare al meglio i nostri punti di forza: le competenze tecniche, gli ottimi risultati operativi, la stretta disciplina del controllo dei costi e una solidissima posizione patrimoniale".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti