Insurance Trade

Generali firma la richiesta ai governi Ue di ridurre i gas serra del 55% entro il 2030

Il group ceo Donnet è tra i firmatari di una lettera che invita i leader europei a innalzare l’obiettivo di riduzione delle emissioni dal 40% al 55%

17/09/2020
Generali firma la richiesta di aziende e investitori europei che invitano i capi di stato e di governo europei a ridurre le emissioni di gas serra almeno del 55% rispetto ai livelli del 1990 entro il 2030, superando l’obiettivo del 40% previsto in precedenza. Il group ceo Philippe Donnet è tra gli amministratori delegati che hanno firmato la lettera redatta dall’associazione Corporate Leaders Group, che chiede ai leader europei di definire il quadro di riferimento per una ripresa resiliente al cambiamento climatico e favorire investimenti verdi per conseguire la neutralità climatica entro il 2050.
“La partecipazione di Generali all’iniziativa – spiega una nota del gruppo – è coerente con l’impegno a includere la sostenibilità in tutte le aree di business. Il gruppo triestino era stato tra i promotori, in linea con l’approccio dell’Unione Europea, del raggiungimento degli obiettivi al 2030”.
L’impegno del gruppo, prosegue la nota, “si estende anche  allo  sforzo  di  allineamento  della  ripresa economica a seguito dell’emergenza Covid-19 con la transizione verso uno sviluppo sostenibile”: è per questo che Generali ha aderito all’Alleanza europea per il Green Recovery e ha destinato circa un miliardo di euro per investimenti nella sostenibilità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti