Insurance Trade

Agcs, in partenza un programma di trasformazione globale

Riorganizzazione geografica, attenzione all'underwriting e nuove funzioni: il ceo Joachim Mueller punta così a riconquistare la leadership di mercato e a ritornare alla redditività

01/07/2020
Allianz Global Corporate & Specialty (Agcs) ha un profondo programma di trasformazione globale. Battezzato New Agcs e benedetto dal ceo Joachim Mueller, il piano si compone di vari elementi e, come spiega una nota stampa, punta a “riconquistare la leadership di mercato e a tornare alla redditività”.
La prima novità riguarda l'organizzazione geografica. Le regional unit passano da sette a sei: invariate le zone Nord America, Asia Pacifico, Europa centrale e orientale e Londra, mentre vengono create le divisioni Mediterraneo & Africa (Francia, Benelux, Italia, Grecia, Cipro, Malta e Africa) e Ibero/LatAm (Spagna, Portogallo e Sudamerica). Ogni regione sarà guidata da un regional managing director, mentre ci saranno solo due chief regions & market officer: Bill Scaldaferri per il Nord America ed Henning Haagen per tutte le altre aree. La nota specifica che “l'Europa e Nord America rimarranno mercati strategici”, mentre la compagnia “prevede di sviluppare selettivamente il proprio business in altre aree, in particolare in Asia”.
In secondo luogo, mantenendo un focus specifico sui rischi complessi delle grandi multinazionali e sulle soluzioni pensate per le aziende di medie dimensioni negli Stati Uniti, Agcs ha annunciato che “investirà in modo significativo nell'espansione delle capacità e delle competenze tecniche nel suo core business, per garantire una performance assicurativa sostenibile a lungo termine”. Tradotto in termini più concreti, la compagnia rafforzerà la funzione di pricing, la gestione del portafoglio, l'analisi dell'andamento dei sinistri, la gestione della volatilità e la modellizzazione attuariale. Agcs prevede, a tal proposito, l'individuazione di 30 ruoli aggiuntivi.
Chiude il programma di trasformazione la creazione di nuovi funzioni. In primo luogo, circa 35 collaboratori andranno a comporre la nuova funzione di Global Distribution, guidata dall'attuale regional ceo dell'area mediterranea Patrick Thiels, che si propone di fornire un servizio migliore a clienti e broker. A clienti di segmenti industriali mirati sarà invece dedicata la funzione Industry Solution Directors, mentre il coordinamento dei programmi per società multinazionali sarà affidato a Nigel Lepitt in qualità di Global Head of Multinational. Completano il quadro delle nuove funzioni le divisioni Global Product Management e Global Process Management, entrambi volti a ridurre i costi, migliorare l'efficienza e armonizzare l'offerta alla clientela a livello globale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti