Insurance Trade

  Ripartire dall’export
Dati

Ripartire dall’export

11/09/2020-Secondo il rapporto di Sace “Open (again)” la ripartenza delle imprese italiane passerà per i mercati esteri, e al -11,3% di quest’anno subentrerà nel 2021 il dato positivo del 9,3%

L’economia italiana riparte dall’export su canali già noti e su altre strade che si mostrano potenzialmente interessanti per grandi imprese e Pmi. Sace,...

Leggi l'intero articolo Condividi
  Atradius, ecco i mercati emergenti più promettenti nel 2019
Ricerche

Atradius, ecco i mercati emergenti più promettenti nel 2019

15/02/2019-Secondo l’assicuratore dei crediti saranno Bulgaria, Indonesia, Vietnam, Perù e Marocco a offrire le migliori opportunità di sviluppo commerciale

 Bulgaria, Vietnam, Indonesia, Marocco e Perù sono i Paesi che nel 2019 offriranno le migliori opportunità di sviluppo commerciale agli esportatori. È questa l’opinione di Atradius emersa...

Leggi l'intero articolo Condividi
  Export, i rischi in un mondo diviso
Ricerche

Export, i rischi in un mondo diviso

07/02/2017-Sace individua nell’aumento del debito, nelle tensioni valutarie e nell’instabilità geopolitica i trend che caratterizzeranno la geopolitica nel 2017

Un mondo diviso, con più barriere e caratterizzato dal ripensamento delle applicazioni pratiche della globalizzazione: nonostante questo, l’export e l’internazionalizzazione non si...

Leggi l'intero articolo Condividi
  Fondo per l’export delle pmi
Prodotti

Fondo per l’export delle pmi

22/12/2016-Nuovo strumento di Willis Towers Watson e Co.mo.i. per l’acquisto dei crediti delle imprese italiane

L’export è da sempre un leva strategica per la crescita in Italia. La produzione di impianti e macchinari non fa certo eccezione, arrivando a coprire il 15% del totale delle esportazioni nazionali. E secondo l’ultimo rapporto...

Leggi l'intero articolo Condividi
  Brexit, ecco quanto pesa sull’export
Ricerche

Brexit, ecco quanto pesa sull’export

20/06/2016-In attesa del referendum sull’uscita o meno dell’Regno Unito dall’Unione Europea, Sace ha previsto una serie di scenari diversi

L’uscita dall’Ue del Regno Unito implicherebbe una minore crescita per l’export italiano verso Londra di circa 1-2 punti percentuali nel 2016 (pari a 200-500 milioni di euro in meno beni esportati).  Nel 2017,...

Leggi l'intero articolo Condividi
  Vola l'export dei distretti: 94,6 miliardi di euro nel 2015
Ricerche

Vola l'export dei distretti: 94,6 miliardi di euro nel 2015

21/03/2016-Secondo la direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo l'avanzo commerciale si è portato a quota 62,7 miliardi, cioè due terzi dell’intero surplus del manifatturiero italiano

L’export a carico dei distretti industriali italiani è cresciuto nel 2015 per il sesto anno consecutivo, raggiungendo i 94,6 miliardi di euro: una cifra che...

Leggi l'intero articolo Condividi
  Sace, utile netto a 433 milioni di euro nei nove mesi 2015
Risultati

Sace, utile netto a 433 milioni di euro nei nove mesi 2015

22/10/2015-Buone le performance dell’export italiano: garantiti sei miliardi di euro in operazioni di internazionalizzazione (+27%)

Nei primi nove mesi del 2015 Sace ha fatto segnare un utile netto pari a 433 milioni di euro, in crescita del 15% rispetto al 30 settembre 2014. Nel periodo in esame, sono stati garantiti 6 miliardi di euro di...

Leggi l'intero articolo Condividi
  Export italiano in crescita
Ricerche

Export italiano in crescita

28/05/2015-Il ritmo di risalita dovrebbe attestarsi intorno al 5% nel triennio 2016-2018. La filiera agroalimentare traino per le esportazioni

Nei prossimi quattro anni le previsioni di crescita per le esportazioni italiane sono date in risalita del 4,7%. Sono le previsioni che emergono dall’ultimo rapporto export di Sace denominato Restart....

Leggi l'intero articolo Condividi
  I mancati pagamenti superano i livelli pre-crisi
Ricerche

I mancati pagamenti superano i livelli pre-crisi

24/02/2015-Segnali di ripresa nel 2015, ma lo scorso anno l’importo degli insoluti medi è stato superiore del 63% rispetto al 2007

I mancati pagamenti delle imprese italiane dello scorso anno, nel mercato domestico, segnano rispetto al 2013 un calo sia sul fronte della frequenza (-30%) sia della severità (-8%). Per le transazioni commerciali tra...

Leggi l'intero articolo Condividi