Insurance Trade

Open innovation: il ruolo delle partnership negli ecosistemi

Appuntamento il 30 giugno per il primo research meeting del Digital insurance hub 2020 promosso da Cetif

01/04/2020
Al via il 30 giugno prossimo le attività di ricerca del research meeting dal titolo Partnership ecosystem & open innovation, che coinvolgerà le imprese di assicurazione partecipanti al Cetif digital insurance Hub. L’obiettivo, fanno sapere dal centro di ricerca, “è quello di mettere a fattor comune le progettualità in corso e prospettiche, nella direzione di ecosistemi integrati, e di indagare le implicazioni e le sfide organizzative, metodologiche, di processo e di offerta che andranno inevitabilmente a investire le imprese di assicurazione in questa trasformazione”. L’iniziativa indaga un tema centrale nell’innovazione del settore finanziario: cioè lo sviluppo di un nuovo modello improntato sugli ecosistemi integrati. 

Anche le compagnie assicurative, tendenza indagata ormai da tempo, hanno intrapreso questo percorso, al fine di creare attorno a loro una rete di relazioni e collaborazioni con soggetti eterogenei e anche distanti dal settore. “La nuova frontiera – dicono gli analisti del Cetif – non si esaurisce nell’integrazione fra incumbent e start-up attive nel mondo della finanza, ma anche fra player di settori diversi, per convergere in un’unica value proposition legata ai bisogni del cliente, posto al centro dell’intero ecosistema”.  Le compagnie sono spinte quindi a un ripensamento profondo del proprio modello di business. Se da un lato gli ecosistemi integrati sono potenzialmente una risorsa per gli attori del settore, dall’altro l’industry non sembra aver ancora ben chiare le azioni da intraprendere per garantirsi il successo in questo business: le partnership tra compagnie assicurative e altri player, fa notare il Cetif, nella maggior parte dei casi sono esperienze episodiche e sperimentali. 

“Ci si chiede – continua il centro studi – quale sia il livello di maturità nell’adozione di modelli, di strategie ma anche di un mindset compatibili con le nuove logiche di ecosistema che richiedono un approccio più duttile, aperto alla sperimentazione e al cambiamento”. Il Cetif ricorda, infine, che il saper cogliere e convogliare nella giusta direzione i driver abilitanti dello sviluppo di ecosistemi integrati (per esempio l’Intelligenza Artificiale, l’IoT, gli adavanced analytics) può essere di beneficio sia per il consumatore sia per l’impresa: all’assicurato è garantita una migliore customer experience, grazie a un’offerta di servizi più ampia e tailor made, mentre la compagnia sperimenta un netto miglioramento nella customer retention e una riduzione di costi. Infine, Cetif ricorda che i partner della prima giornata di ricerca sono Oracle, Crif, Deloitte e Chiomenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti