Insurance Trade

La Nuova Direttiva Europea avrà un impatto considerevole sullo sviluppo del settore assicurativo a livello europeo. Finalizzata ad incrementare la tutela dei consumatori, richiederà alle compagnie assicurative una maggiore cautela e strumenti di supporto adatti

24/09/2018
La Idd regola la vendita dei prodotti assicurativi. Uno dei principi fondamentali della Direttiva è la necessità di agire nel migliore interesse dei clienti con trasparenza e professionalità.  
Un esempio? Prima della stipula di una polizza assicurativa, la compagnia assicurativa è tenuta non solo a identificare con precisione le richieste e le esigenze del cliente, ma anche a fornire al cliente informazioni utili e chiare in merito al prodotto assicurativo, in modo da permettergli di prendere una decisione d’acquisto ponderata.   
Inoltre, la remunerazione degli agenti assicurativi non può essere in conflitto con gli interessi del cliente. Questo significa che l’obbligo è evitare di consigliare un particolare prodotto assicurativo per profitto personale: va consigliata solo la soluzione più adatta ai bisogni del cliente.

Avanti tutta
Nonostante il fatto che la Commissione Europea abbia spinto per l’applicazione della Normativa a partire dal 1 ottobre 2018, gli Stati membri hanno dovuto recepire la Direttiva nelle rispettive legislazioni nazionali entro febbraio di quest’anno.  
Tuttavia, il settore assicurativo sembra ancora alle prese con una complessa fase di adeguamento al nuovo scenario. A gennaio, una ricerca condotta dall’Ecclesiastical Insurance UK ha rivelato che due terzi dei broker assicurativi ha una conoscenza limitata se non nulla dell’Idd. Solo il 7% ha affermato di essere pienamente informato. Il 61% auspicava questi cambiamenti normativi, mentre un terzo è preoccupato che possa esercitare un impatto negativo sui profitti.

Gli strumenti del mestiere
Secondo Deloitte, il maggiore impatto di Idd sarà registrato sui processi e sui sistemi IT dei distributori assicurativi, così come sulla loro strategia di business. Sarà pertanto cruciale per le compagnie assicurative disporre di strumenti adeguati come, ad esempio, Comarch Digital Insurance (CDI). CDI comprende l’intero ecosistema dell’assicurazione digitale dato che permette di gestire i processi di vendita e di erogazione dei servizi sia lato distributore che lato cliente finale.  
Da un lato, CDI aiuta gli agenti e i broker assicurativi a fornire consulenza e vendere prodotti assicurativi; dall’altro, permette a clienti individuali di acquistare polizze e gestire online il proprio portfolio di assicurazioni senza problemi. 
Axa Assicurazioni Lussemburgo si è affidata a Comarch per adottare una soluzione IT per l'ottimizzazione dei processi di vendita, dell'erogazione dei servizi e dell'assistenza alla clientela.
Nel 2017 Axa Lussemburgo era alla ricerca di un nuovo strumento per supportare sia le attività di pre-vendita, inclusa l’analisi dei bisogni, simulazioni e quotazioni, che i processi di vendita, a partire dalla preparazione dell’offerta fino all’erogazione della polizza e alla creazione del report, dei suoi prodotti vita e investimenti. 
Axa cercava una soluzione intergata che garantisse una user experience semplice, ottimizzata e che permettesse agli assicuratori di agire nel rispetto dei nuovi regolamenti che entreranno in vigore a breve come PRIIPS (packaged retail investment and insurance-based investments products («prodotti di  investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati») o Idd.


È possibile scaricare gratuitamente il caso di studio completo al seguente link: https://www.comarch.it/finanza/insurance/comarch-digital-insurance/case-study-axa/ 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

idd, comarch,
👥

Articoli correlati

I più visti