Insurance Trade

Entra in vigore il nuovo codice della strada

Tante le novità per automobilisti, motociclisti e non solo, tra cui quelle che riguardano le multe per i divieti di parcheggio, le frecce per i monopattini, la durata del foglio rosa per i neopatentati

Entra in vigore il nuovo codice della strada hp_wide_img
Entra in vigore a partire da domani, 10 novembre, il nuovo Codice della strada, che ha ricevuto l’ok dal senato giovedì scorso. Tante le novità per automobilisti, motociclisti e non solo, tra cui quelle che riguardano le multe per i divieti di parcheggio, le frecce per i monopattini, la durata del foglio rosa per gli aspiranti neopatentati.

Per quanto riguarda i parcheggi, chi lascerà la propria auto nelle aree destinate ai disabili rischia una multa tra i 168 e i 672 euro (attualmente è da 84 a 335) e la decurtazione dei punti sulla patente passera da 2 a 6. Dal primo gennaio 2022 è previsto inoltre che le donne in gravidanza e i genitori con figli fino a due anni (che devono dotarsi di uno specifico contrassegno) possano parcheggiare gratuitamente sulle aree contrassegnate dalle strisce blu.

Auto elettriche e dispositivi elettronici

Viene vietata la sosta alle auto elettriche o ibride plug-in che non effettuano la ricarica oltre un’ora dopo il completamento dell'operazione. Il divieto non si applica tra le 23 e le 7, tranne che per gli spazi riservati ai punti di ricarica veloce e ultra veloce. Viene poi messa nero su bianco l’introduzione di sanzioni agli automobilisti che verranno sorpresi al volante non solo con telefonino e smartphone, ma anche con qualsiasi altro dispositivo elettronico (ad esempio notebook, tablet).

Sono state introdotte sanzioni pure per chi getta oggetti dal veicolo in movimento, mentre per quanto riguarda la circolazione su due ruote, sarà multato il passeggero (di qualunque età) che non indossa regolarmente il casco assieme al conducente della moto; con il precedente Codice il conducente pagava la multa solo se il passeggero che non indossava il casco era un minore.
Introdotti poi anche nuovi obblighi in corrispondenza delle strisce pedonali: i conducenti devono dare la precedenza non solo ai pedoni che hanno iniziato l’attraversamento, ma anche a quelli che si stanno accingendo ad attraversare.

Noleggio auto e monopattini

Il nuovo Codice della strada prevede che sia il cliente della società di noleggio a pagare le infrazioni commesse mentre è alla guida. Le imprese dovranno fornire agli uffici le generalità dell'automobilista affinché il verbale venga notificato direttamente a quest’ultimo.
Per quanto riguarda i monopattini, dal primo luglio 2022 questi mezzi dovranno essere provvisti di indicatori di direzione e di stop (i monopattini già in circolazione dovranno adeguarsi entro l’1 gennaio 2024). Viene inoltre ridotta da 25 a 20 chilometri orari la velocità massima fuori dalle aree pedonali (dove la velocità consentita è di 6 km/h) e viene introdotto l’obbligo di fotografia al termine del noleggio dei mezzi in condivisione (provvedimento per evitare la sosta selvaggia sui marciapiedi). In attesa di chiarimenti, pare che i monopattini possano circolare anche su statali e provinciali, esattamente come le biciclette. Nessun obbligo di casco per i maggiorenni, è necessaria l'assicurazione per i mezzi a noleggio.

Novità per i neopatentati

Come accennato all'inizio, sono state introdotte delle novità per i neopatentati e per gli aspiranti tali. Ad esempio il foglio rosa avrà una durata di 12 mesi. Inoltre saranno previsti tre tentativi (invece di due) per l’esame di teoria in vista del conseguimento della patente. Previsto un contributo fino mille euro per i giovani fino a 35 anni, per chi riceve reddito di cittadinanza o ammortizzatori sociali, contributo che non dovrà essere superiore al 50% del totale delle spese sostenute per il conseguimento del documento, ma chi lo richiede dovrà però dimostrare di voler lavorare nel settore dell’autotrasporto.
Durante il primo anno dal conseguimento della patente B, inoltre, sarà possibile guidare auto di potenza superiore a 55 kW (74 CV) e potenza massima pari a 70 kW (95 CV), a patto che al loro fianco sia presente una persona di età non superiore a 65 anni con patente conseguita da almeno 10 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti