Insurance Trade

Sanità, una spesa fuori controllo

Secondo il rapporto di Censis e Rbm Assicurazione Salute, nel 2017 gli italiani hanno speso 40 miliardi di euro per avere le cure necessarie

Sanità, una spesa fuori controllo hp_wide_img
Quasi 40 miliardi di euro in spesa sanitaria privata nel 2017. Ben 150 milioni di prestazioni che i cittadini sono stati costretti a pagare di tasca propria. E ancora, sette milioni di italiani che si sono indebitati per pagare cure e servizi sanitari, altri 2,8 milioni che sono arrivati a vendere casa. Numeri di una sanità ormai fuori controllo, fotografata nelle pagine dell’ottavo rapporto curato da Censis e Rbm Assicurazione Salute.
Secondo la ricerca, a pesare sono soprattutto gli esborsi per farmaci (17 miliardi di euro), prestazioni odontoiatriche (8 miliardi) e visite specialistiche (7,5 miliardi). La spesa media pro capite si è attestata a 655 euro all’anno, con la seria possibilità che il dato possa arrivare a mille euro entro il 2025. Secondo Marco Vecchietti, amministratore delegato della compagnia, la spesa sanitaria si impone come “la più grande forma di disuguaglianza in sanità”: non tutti infatti possono permettersi di pagare le cure necessarie.
La soluzione, stando alle conclusioni del rapporto, risiede nell’avvio di un secondo pilastro su base istituzionale, ovvero esteso a tutti i cittadini, o almeno occupazionale. La svolta, ha concluso Vecchietti, “potrebbe consentire di dimezzare e assicurare un contenimento della spesa sanitaria privata attualmente a carico delle famiglie di circa 20 miliardi di euro, con una riduzione dei costi medi pro capite attualmente finanziati di tasca propria di quasi 340 euro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti