Insurance Trade

Italiani: meno risparmi, più consumi

Secondo un’indagine realizzata da Acri, gli italiani sono più fiduciosi verso il futuro economico personale e del Paese

Italiani: meno risparmi, più consumi hp_wide_img
E’ graduale, ma continuo, il ritorno ai livelli pre-crisi dell’Italia. Timori e preoccupazioni, pur ancora presenti, stanno lasciando spazio a un atteggiamento più tranquillo e fiducioso sul futuro. Lo rileva l’indagine Gli italiani e il risparmio, realizzata da Acri (Associazione di fondazioni e di casse di risparmio spa) in collaborazione con Ipsos. Complessivamente il numero di italiani fiduciosi sul miglioramento della propria situazione economica è nettamente superiore a quello degli sfiduciati: i secondi rappresentano soltanto il 12% del totale, i primi il 22%, con un aumento di dieci punti percentuali rispetto allo scorso anno. Anche lo stato economico delle famiglie mostra un trend positivo: quelle colpite direttamente dalla crisi oggi sono rimaste meno di una su cinque. Ci sono comunque forti differenze territoriali, con un Nord molto più positivo del Centro e del Sud, e si allarga la forbice sociale: a fronte dei miglioramenti sopra descritti, negli ultimi tre anni non è variata la percentuale di chi rimane in seria difficoltà economica (15% degli italiani). 

Come da tradizione del nostro Paese, rimangono numerosi (86%) gli italiani propensi al risparmio, anche se di questi la maggior parte sostiene che non si debbano fare troppe rinunce. Torna ai livelli pre-crisi la quota di coloro che preferiscono godersi la vita senza pensare ad accantonare (12%) e diminuiscono le persone che dichiarano di aver risparmiato qualcosa negli ultimi dodici mesi. Sembra essere tornata la voglia di consumare. Chi ha vissuto qualche momento di difficoltà, e vive ora un po’ di respiro nella propria situazione economica, ha ricominciato a spendere soprattutto nella telefonia, e secondariamente nelle aree auto, elettronica e alimentari. In ripresa anche l’ambito della cura alla persona, mentre restano sofferenti i settori che offrono servizi ludici e accessori, come viaggi e attività fuori casa (ristorazione e esperienze culturali). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti