Insurance Trade

Rca, truffa con carte false

Rinviate a giudizio 36 persone: documenti falsificati per far figurare come immatricolate a Udine vetture circolanti a Napoli

25/05/2017
Veicoli immatricolati a Udine, ma circolanti a Napoli. Il tutto attraverso l’ausilio di documenti falsificati per frodare le assicurazioni e ottenere così sconti sulle polizze Rc Auto. La truffa è stata scoperta dalla polizia stradale di Amaro, in provincia di Udine: trasferita alla procura di Napoli, l’inchiesta ha portato al rinvio a giudizio di 36 persone per truffa e falsa documentazione. Al vertice dell’organizzazione criminale, secondo le indagini, un’intera famiglia napoletana.
L’inchiesta era scattata alla fine del 2015, dopo una denuncia presentata dal titolare di un’agenzia assicurativa di Tolmezzo. Secondo le indagini, il sistema andava avanti dal 2014: l’organizzazione falsificava carte d’identità, codici fiscali, certificati di proprietà e altri documenti per far illecitamente figurare come immatricolati a Udine, e in altre province del Nord e Centro Italia, veicoli circolanti nell’area di Napoli. Sulle carte di circolazione, per esempio, venivano applicati tagliandi che attestavano passaggi di proprietà mai avvenuti. I contatti con le agenzie assicurative avvenivano solo tramite e-mail e telefono.
L’inchiesta ha certificato l’esistenza di almeno 150 contratti stipulati con falsi documenti: secondo gli investigatori, le polizze truffaldine potrebbero essere svariate centinaia.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti