Insurance Trade

Lercari, cambiamento nella continuità

Annunciate le linee strategiche per la crescita del gruppo: valori racchiusi in un nuovo logo e partnership mirate allo sviluppo della gestione sinistri auto, cyber crime e risarcimento in forma specifica nell’edilizia

28/11/2016
Per Lercari si prospetta un 2017 ricco di novità. Nuove partnership, tanti progetti, persino un logo rinnovato e reso più in linea con il gusto del tempo: tutto ciò è stato presentato al tradizionale cocktail natalizio del gruppo, che si è tenuto nella suggestiva cornice del Salone dei tessuti, a Milano, il 24 novembre. “Le società devono oggi essere in grado di elaborare qualcosa di innovativo, qualcosa di diverso che consenta loro di distinguersi nel mercato”, commenta Gian Luigi Lercari, amministratore delegato dell’omonimo gruppo in un’intervista a Insurance Connect. Il cambiamento è un passaggio necessario per riuscire a stare al passo di un mondo che si evolve sempre più velocemente. A patto tuttavia, spiega Gian Luigi Lercari, che la trasformazione non comporti un sostanziale abbandono delle peculiarità e delle capacità di un’azienda. Una posizione ben espressa dal nuovo logo della società, sviluppato da Claudio Bottini della Fosbury Adv, e svelato di fronte agli oltre 600 professionisti e clienti che hanno partecipato all’incontro: come base per la nuova veste grafica del brand, è stata infatti utilizzata la firma del fondatore del gruppo.

COLLABORAZIONI PER LA FORNITURA DI SERVIZI
La strategia di Lercari per il prossimo anno sembra indirizzarsi verso partnership strategiche con i principali player del mercato: l’obiettivo è quello di porsi di fronte alle compagnie come un partner sempre più capace di fornire servizi che, anche in assenza di sinistro, possano rivelarsi utili per il cliente. In questa ottica si inserisce l’accordo con Carglass, definito da una nota della società come “il progetto più disruptive del 2016”. A partire dal prossimo anno, tutti i soggetti interessati, su indicazione della propria compagnia o società di noleggio, potranno usufruire di un innovativo servizio di assistenza ai clienti per attivare una richiesta di perizia e fissare un appuntamento presso uno dei 179 centri di Carglass: i tecnici della società raccoglieranno informazioni e immagini durante l’intervento, per passarle poi agli esperti peritali di Lercari e velocizzare la trasmissione della documentazione alle compagnie assicurative. “Abbiamo già un cliente in fase di test”, rivela Gian Luigi Lercari. 

SOLUZIONI CONTRO IL CIBER RISK
Nell’epoca del web e delle comunicazioni elettroniche, il pericolo assume la forma di cyber risk. Eppure, su questo fronte, in Italia l’allerta è ancora bassa. E la soluzione, secondo Lercari, può essere quella di cogliere le best practice del mercato estero per tradurle nel contesto nazionale. In questa ottica, si inserisce la partnership con Lazarus, società spagnola che si occupa di protezione informatica e recupero dati in caso di attacco. “Sviluppano soluzioni di questo tipo dal 2008, hanno otto anni di esperienza nel settore nel mercato spagnolo: collaborano già con Reale Seguros”, commenta Lercari. L’accordo prevede un’offerta di servizi tecnologici di assistenza e supporto che, all’interno di polizze multirischio, possano offrire protezione contro gli attacchi informatici: in questo contesto, Lercari contribuirà a sviluppare un modello di business adeguato all’ingresso della novità nel mercato italiano.

COMPLEMENTARIETÀ PER RIPARAZIONI IN FORMA SPECIFICA
La complementarietà è la base dell’accordo che lega Lercari e l’impresa di costruzioni Carena. La partnership prevede un servizio di riparazione in forma specifica per i danni a fabbricati. La divisione del lavoro è evidente: Lercari si occuperà della perizia e della valutazione del sinistro, mentre Carena seguirà tutti i passaggi necessari per la riparazione del danno. L’accordo prevede un’innovativa formula “chiavi in mano”, resa possibile dalla versatilità dei professionisti delle due società e dal proficuo scambio di esperienze che avverrà fra le due realtà. “La complementarietà - conclude Lercari - accorcia la filiera e, pertanto, contrae i tempi e aumenta la soddisfazione del cliente. Tutto ciò avverrà tenendo sempre a mente la qualità del servizio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti