Insurance Trade

I promotori finanziari alla prova di Mifid 2

Un'opportunità per chi saprà adattarsi velocemente ed essere compliant: lo sostiene Maurizio Primanni di Excellence Consulting

I promotori finanziari alla prova di Mifid 2 hp_wide_img
Mifid 2, la nuova direttiva europea sui mercati finanziari (entrerà in vigore nel gennaio 2017), è destinata ad avere un grosso impatto sugli operatori del mercato, per via della complessità del sistema sul quale andrà a intervenire. A cambiare sarà la figura stessa del promotore finanziario: per tutti, ad esempio, dovrebbe essere prevista l’obbligatorietà dell’indipendenza. Secondo Maurizio Primanni (nella foto), co-fondatore e ceo di Excellence Consulting, per arrivare preparati all’appuntamento con Mifid 2, i promotori dovranno disporre di un metodo per appurare l’adeguamento del proprio modello alla nuova normativa, e al contempo adottare quello che definisce “un approccio bifocale”, che vada oltre la compliance normativa e che “aumenti il potenziale competitivo per generare i risultati economici della banca”.
Di tutti questi argomenti si parlerà al convegno La direttiva Mifid 2 e la consulenza finanziaria, organizzato da Ascosim, il 25 novembre a Milano (ore 14,30, Bpm, via San Paolo 12); la partecipazione è gratuita, previa registrazione su www.ascosim.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti