Insurance Trade

Unicredit e Consob parti civili contro Paolo Ligresti

Il processo per aggiotaggio e falso in bilancio aggravato vede imputati anche due ex manager di Fondiaria Sai

15/05/2015
Nel procedimento a carico di Paolo Ligresti e altre due persone, imputate a Milano per aggiotaggio e falso in bilancio aggravato per la passata gestione di Fondiaria Sai, sono stati ammessi come parti civili Unicredit, la Consob e circa duemila ex azionisti di Fondiaria Sai, Premafin e Milano Assicurazioni (in quest’ultimo caso solo per quanto riguarda il reato di aggiotaggio). A deciderlo, ieri, nel corso dell’udienza preliminare, il gup di Milano Andrea Ghinetti. Il giudice, tuttavia, non ha ammesso le richieste di costituzione di parte civile avanzate da alcune associazioni dei consumatori, come Federconsumatori e Codacons, e ha disposto la notifica per la citazione come responsabile civile di UnipolSai, su cui, poi, le parti dovranno discutere e il gup si dovrà pronunciare.
Il processo, trasmesso per competenza territoriale da Torino a Milano, vede imputati accanto a Paolo Ligresti anche Pier Giorgio Bedogni, ex dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili, Fulvio Gismondi, all’epoca dei fatti attuario della compagnia assicurativa, e la stessa Fondiaria Sai per la legge sulla responsabilità amministrativa degli enti. Gismondi risponde anche di falso ideologico, mentre Paolo Ligresti allo stato è latitante: due anni fa è sfuggito agli arresti e vive in Svizzera.
L’udienza preliminare proseguirà il primo luglio (altre date fissate per il 6, il 13 e il 15 luglio).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti