Insurance Trade

Agcs, le imprese temono volatilità, Esg e cyber risk

Sono queste, secondo l'ultimo rapporto della compagnia, le principali preoccupazioni dei responsabili d'azienda

Agcs, le imprese temono volatilità, Esg e cyber risk hp_wide_img
I manager aziendali temono soprattutto la volatilità dei mercati, la regolamentazione sul cambiamento climatico e il cyber risk. Sono queste, secondo l'ultima indagine di Allianz Global Corporate & Specialty (Agcs) sul settore D&O, le principali preoccupazioni dei risk manager e dei responsabili d'azienda. Preoccupazioni a cui se ne aggiunge poi un'altra, figlia del peculiare contesto economico generato dalla pandemia di coronavirus: il rischio di insolvenze. Il rapporto, a tal proposito, evidenzia che il ritiro delle misure di sostegno alle imprese varate nei mesi più caldi dell'emergenza sanitaria sta portando a una graduale normalizzazione delle insolvenze: lo Euler Hermes Global Insolvency Index, dopo due anni in territorio negativo, dovrebbe far segnare una crescita del 15% nel 2022.

Particolarmente temuta, come detto, è la volatilità dell'attuale clima economico, con il rischio di bolle speculative e di inflazione crescente che potrebbe avere pesanti ripercussioni su amministratori e responsabili d'azienda. Stessa preoccupazione poi per la normativa sul cambiamento climatico e, in particolare, per le accuse di greenwashing che potrebbe ricadere sulle imprese. Timori infine anche per la digitalizzazione innescata dalla pandemia, che richiede adesso un'attenzione particolare alla sicurezza informatica.

Altre preoccupazioni risiedono infine sul rischio di controversie negli Stati Uniti e sullo quello derivante dalla costituzione di spac, che comportano una serie di rischi specifici rilevanti dal punto di vista assicurativo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

agcs, d&o,
👥

Articoli correlati

I più visti