Insurance Trade

Accordo tra Inarcassa, Willis e Lloyd's di Londra per la Rc professionale

La convenzione prevede garanzie all risk e tariffe speciali per i giovani

17/05/2012
La partnership triennale siglata dal broker Willis, i Lloyd's di Londra e Inarcassa, la Cassa nazionale di previdenza ed assistenza per gli ingegneri ed architetti liberi professionisti, offrirà agli iscritti un significativo ampliamento delle coperture previste dalla Rc professionale. Inoltre la nuova convenzione è studiata per funzionare interamente on-line, quindi attraverso la compilazione di una semplice schermata di registrazione, sarà possibile acquistare con carta di credito o bonifico la propria personalizzata copertura assicurativa.
Si tratta di fatto di una garanzia all risk che copre tutti i danni di natura materiale, corporale o patrimoniale causati o attribuiti all'assicurato, nel settore di competenza (architettura e, o ingegneria) a prescindere dall'attività esercitata, anche fuori dal comparto edilizio, e dalle modalità di esercizio della stessa.
Altro punto di forza della nuova convenzione è che, oltre alle richieste di risarcimento, si estende agli avvisi di garanzia e ai mandati di comparizione che si presuma possano dare origine ad una richiesta di risarcimento nei confronti del professionista, e anche in caso di responsabilità solidale dell'assicurato con altri soggetti. La retroattività della polizza è illimitata ed è possibile acquistare ad un costo pre-negoziato una garanzia postuma decennale in caso di cessazione dell'attività.
Infine la gamma dei massimali (da 250 mila a 10 milioni di euro) e delle franchigie (a partire dalle mille euro) è stata diversificata in modo da venire incontro alle esigenze di differenti profili professionali e con l'opzione Quadrifoglio verde" chi ha meno di 35 anni ed un fatturato inferiore a 50 mila euro paga un premio di 250 euro (massimale di 1.5 milioni).
"Willis ha contribuito alla definizione di una copertura completa ma soprattutto flessibile - ha sottolineato il ceo di Willis, Guido De Spirt - per permettere anche ai giovani architetti ed ingegneri di soddisfare i requisiti imposti dalla legge a costi decisamente concorrenziali riuscendo nell'intento di studiare un modello assicurativo applicabile anche ad altre categorie professionali".



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti