Insurance Trade

Vittoria, nel 2017 cala l’utile netto ma aumenta la raccolta

In crescita tutti i rami danni. Il cda proporrà un aumento della cedola a 0,28 euro per azione

16/03/2018
Vittoria Assicurazioni ha chiuso il 2017 mettendo a segno una crescita dei premi (+4,4%) cui fa da contraltare il calo dell’utile. Il risultato netto è di 77,5 milioni di euro, in diminuzione del 42,8% rispetto all’anno precedente. Vittoria, in una nota, precisa che considerando l’effetto delle plusvalenze straordinarie realizzate nel 2016 la flessione sarebbe ben più ridotta, cioè pari al 12%.
A far registrare le migliori performance è il comparto danni, dove i premi aumentano del 6,2% raggiungendo quota 1.148,2 milioni di euro. In crescita la raccolta dei premi auto (819,4 milioni, +5,4%), così come crescono i rami non auto (328,6 milioni: +8%). Il combined ratio complessivo si mantiene sostanzialmente stabile, al 90% (89,4% nel 2016).
I premi vita, non comprensivi dei contratti considerati come strumenti finanziari, i premi scendono a 173,1 milioni di euro (-6,2%). La compagnia sottolinea il prosieguo della strategia di contenimento dei prodotti a premi unici rivalutabili collegati a gestioni sepaate a favore di prodotti di ramo III e IV a prevalente contenuto finanziario.
Il patrimonio netto di gruppo è in aumento (+11,1%) e raggiunge quota 828,6 milioni, mentre il Solvency ratio si attesta al 210,5%.
L’amministratore delegato di Vittoria Assicurazioni, Cesare Caldarelli (nella foto) ha parlato di risultati migliori delle previsioni, ottenuti grazie “alle azioni commerciali intraprese nel corso dell’anno sia per quanto riguarda i rami auto che non auto. Questo – ha evidenziato Caldarelli – ci consente di proporre all’assemblea dei soci di aumentare il dividendo in modo significativo. In un contesto di forte concorrenza stiamo ancora crescendo in termini di clientela. Pur in presenza di un numero rilevante di sinistri di valore elevato il combined ratio rimane al di sotto delle stime del piano triennale. Guardiamo con fiducia al 2018 consapevoli che il percorso che la compagnia ha intrapreso nell’ambito dell’innovazione dei processi e dell’attenzione verso la clientela consentirà di consolidare i punti di forza e di raggiungere gli obiettivi fissati”.
Come accennato, il consiglio proporrà all’assemblea un incremento del dividendo a 0,28 euro per azione (+33,3% rispetto all’esercizio precedente). Il dividendo sarà pagato a partire dal 9 maggio 2018 previo stacco della cedola n. 36 in data 7 maggio 2018 e record date l’8 maggio 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti