Insurance Trade

Axa-Mps assicura le transazioni con carte di credito, prepagate e assegni

Al via una nuova polizza Pagamento Protetto

11/09/2012
Nonostante l'ormai ampia diffusione anche nel nostro paese di carte di credito, debito o prepagate (se ne stimano in circolazione circa 67 milioni) il contante rimane lo strumento utilizzato nel 77% delle transazioni superiori ai 100 euro. Il motivo va ricercato nel timore di frodi legate a furto o smarrimento degli strumenti di pagamento alternativi alla moneta sonante. Per rispondere a questa domanda di sicurezza, Axa-Mps ha ideato una nuova polizza, Axa-Mps Pagamento protetto", che copre le conseguenze finanziarie a carico del cliente derivanti dall'uso fraudolento a seguito di furto o smarrimento di tutte le carte di credito, le carte prepagate e carte di debito, emesse sia dalle banche del gruppo Montepaschi che da altri istituti emittenti, nonché gli assegni emessi dalle banche del gruppo.

Non solo, dal momento che, usualmente, le carte di credito vengono custodite nel portafoglio e questo in una borsa, Axa-Mps ha pensato di estendere le garanzie al furto o smarrimento di effetti personali avvenuti contestualmente al furto o smarrimento dei mezzi di pagamento. Nello specifico, la polizza offre un rimborso forfettario per il rifacimento dei documenti d'identità; rimborsa le spese telefoniche non autorizzate avvenute nelle 48 ore precedenti al blocco della sim del cellulare; ricerca e invia un fabbro, per poi risarcire le spese sostenute per il rifacimento delle chiavi e della serratura.

Per usufruire del servizio, i sottoscrittori di "Axa-Mps Pagamento Protetto" dovranno registrare preventivamente, su un'area protetta di un sito web dedicato, tutte le loro carte di pagamento. In caso di furto o smarrimento, basterà chiamare la centrale operativa, disponibile 24 ore su 24, in Italia e all'estero, per bloccarle.

Infine, la polizza offre ulteriori servizi di prima necessità che possono essere utili in caso di furto o smarrimento dei mezzi di pagamento come l'anticipo delle spese e,o l'invio di denaro all'estero; o ancora la disponibilità di un'auto sostitutiva gratuita per le prime 24 ore in caso di furto o smarrimento delle chiavi del proprio veicolo, contestuale a quello degli strumenti di pagamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti