Insurance Trade

L’innovazione nel sistema sanitario

Le sfide future per il settore impongono un cambio di paradigma a tutti gli attori coinvolti, come è emerso del corso di una tavola rotonda online organizzata da Sham

L’innovazione nel sistema sanitario hp_wide_img
La maggior parte dei sistemi sanitari europei richiede un cambio di paradigma per prepararsi meglio al futuro e rispondere ad alcune sfide, come l’aumento dei costi sanitari legati all’invecchiamento della popolazione e alla cronicizzazione dei decessi, o ancora la mancanza di risorse umane, in particolare mediche, che mette sempre più a dura prova le forze degli operatori sanitari. È quanto è emerso da una tavola rotonda europea virtuale sull’Innovazione nel sistema sanitario per una migliore sicurezza del paziente, organizzata da Sham (gruppo Relyens) il 17 settembre 2020. La discussione, trasmessa ai soci e agli stakeholder in Francia, Spagna, Italia e Germania nell’ambito dell’International Patient Safety Day, ha riunito esperti in assicurazioni e gestione del rischio, professionisti ospedalieri e tre partner tecnologici di Sham: CyberMDX, Caresyntax e Clew.
Secondo Pierre-Yves Antier, direttore strategia, innovazione e trasformazione del gruppo Relyens, “la trasformazione digitale dei sistemi sanitari può consentire di raccogliere in parte queste sfide. La tecnologia è abbastanza matura e stiamo già assistendo altrove in Europa a un’accelerazione nella trasformazione digitale e tecnologica duratura del percorso del cliente”. Per Sham la sicurezza del paziente richiede in particolare la conoscenza, l’identificazione e la prevenzione di diverse tipologie di rischi, affidandosi alle tecnologie, più precisamente: il rischio informatico e il rischio in sala operatoria.
In Europa, secondo un rapporto dell’Ocse sull’economia della sicurezza del paziente, il 6% della spesa sanitaria complessiva è direttamente collegata all’esito di eventi avversi. L’obiettivo di Sham è contribuire a limitare e ridurre questi costi. Per Pierre-Yves Antier “rappresenta anche per tutti noi una fonte di finanziamento per investire nella sicurezza dei pazienti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati

I più visti