Insurance Trade

Unipol-UnipolSai, i numeri non temono Covid-19

Il gruppo, che realizza risultati in crescita per il 2019, prevede che il risultato consolidato della gestione per l’anno in corso sarà in linea con gli obiettivi definiti nel piano industriale

20/03/2020
Il gruppo Unipol ha registrato un risultato netto consolidato normalizzato pari a 732 milioni di euro (+19,5% rispetto al 2018). L'utile netto consolidato è pari a 1.087 milioni di euro, in crescita del 73% rispetto ai 628 milioni dell'esercizio precedente. Il risultato comprende gli effetti positivi derivanti dal primo consolidamento con il metodo del patrimonio netto del gruppo Bper (pari a 421 milioni di euro) e l'onere straordinario derivante dalla sottoscrizione degli accordi con le organizzazioni sindacali per il Fondo di solidarietà e altre forme di incentivazione all’esodo pari a circa 66 milioni di euro (95,5 milioni al lordo delle imposte). In base a tali accordi è prevista l’uscita anticipata dal gruppo di circa 800 persone. 

La raccolta assicurativa cresce a 14.014 milioni (+14,4% rispetto al 31 dicembre 2018). I rami danni cubani 8.167 milioni di euro (+2,7% rispetto ai 7.953 milioni del 2018); mentre quelli vita raccolgono 5.847 milioni di euro (+36,2% rispetto ai 4.292 milioni del 2018 a perimetro omogeneo).
Migliora il combined ratio a 93,7% rispetto al 94,4% del 2018, mentre il Solvency ratio consolidato è pari al 182% (163% nell'anno precedente).
L'assemblea degli azionisti è convocata per il giorno 30 aprile 2020, in unica convocazione, ma in considerazione dell’emergenza sanitaria legata all’epidemia Covid- 19, deve essere ancora individuato il luogo di svolgimento dell'assise e le relative modalità di partecipazione. 
Il dividendo sarà in pagamento dal 20 maggio 2020, pari a 0,28 euro per azione, in crescita del 56% rispetto al 2018. 

"Per quanto concerne l’andamento dei business assicurativo - si legge nel comunicato, in relazione alla crisi economica legata al nuovo coronavirus -, a partire dall’ultima settimana di febbraio, per effetto delle sempre più stringenti disposizioni governative in materia di mobilità delle persone, si rileva una riduzione delle sottoscrizioni di nuovi contratti e, con riferimento ai rami danni, una riduzione anche della sinistralità. Il risultato consolidato della gestione per l’anno in corso, escludendo eventi attualmente non prevedibili ed effetti duraturi e significativi dell’emergenza sanitaria attualmente in corso sul ciclo economico e sui mercati finanziari, è atteso positivo, in linea con gli obiettivi definiti nel piano industriale".

Per quanto riguarda la capogruppo, UnipolSai, il risultato netto consolidato normalizzato è in aumento a 721 milioni di euro (+3,2% rispetto al 2018). Migliora il combined ratio a 93,7% rispetto al 94,4% del 2018 e il Solvency II ratio è pari al 252% contro il 202% nel 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti