Insurance Trade

Eiopa: linee guida per gli intermediari

In pubblica consultazione fino al 26 gennaio 2016 il documento con la proposta di modifica delle Linee guida in materia di supervisione dei prodotti assicurativi. Tra i contenuti di rilievo, l’obbligo di adottare specifiche misure organizzative adatte alla commercializzazione nel mercato di riferimento

10/12/2015
Il settore della distribuzione assicurativa si appresta a vivere un periodo piuttosto intenso, caratterizzato da una serie di novità, il cui impatto non sarà percepibile nell’immediatezza dagli operatori del settore, i quali tuttavia devono iniziare a prepararsi, pianificando le azioni da intraprendere nel medio periodo.

Quanto sopra detto vale, sia per le imprese di assicurazione, già ampiamente coinvolte nella fase di implementazione di Solvency II, sia per gli intermediari ed in tale prospettiva appare di particolare interesse il documento di consultazione pubblicato da Eiopa (European Insurance and Occupational Pensions Authority – Autorità Europea ) lo scorso 30 ottobre, il quale contiene una proposta di modifica delle Linee guida in materia di supervisione dei prodotti assicurativi (già oggetto a loro volta di pubblica consultazione e da ora indicate anche come “Linee guida”).

Come affermato da Eiopa, infatti, il raggiungimento dell’accordo politico per la revisione della Direttiva sull’intermediazione assicurativa (ora Direttiva sulla distribuzione assicurativa, conosciuta anche con l’acronimo Idd) ha fatto sì che, coerentemente al contenuto ed ai requisiti previsti da quest’ultima, le Linee guida fossero estese anche ai distributori (gli orientamenti proposti hanno, infatti, tra l’altro, lo scopo di supportare le Autorità nazionali competenti nell'adozione di tutte le misure necessarie per attuare la predetta Direttiva Idd).

Per quanto attiene al contenuto delle disposizioni che hanno come destinatari gli intermediari, le Linee guida prevedono, tra l’altro, l’obbligo di adottare specifiche misure organizzative, allo scopo di garantire che i prodotti vengano commercializzati nell’ambito del mercato di riferimento individuato dalle imprese di assicurazione.

E’ importante sottolineare che, coerentemente alla loro natura giuridica, le Linee guida sono rivolte alle Autorità competenti degli Stati Membri, di modo che imprese ed intermediari, che pure vengono menzionati esplicitamente nelle stesse, saranno tenuti a rispettare il quadro di vigilanza e regolamentare applicato dalle predette Autorità nella propria giurisdizione.

Da ultimo, è opportuno non dimenticare come la pubblica consultazione di cui alle Linee guida non è l’unica ad essere stata aperta di recente. Lo scorso 11 novembre, infatti, Eba , Eiopa ed Esma hanno pubblicato il documento di consultazione congiunta di cui ai documenti contenenti le informazioni chiave (KID, key infomation documents) sui PRIIPs (packaged retail and insurance-based investment products, in italiano, prodotti d’investimento al dettaglio e assicurativi preassemblati), il cui scopo è quello di consentire agli investitori retail di comprendere e confrontare dettaglio i prodotti finanziari in questione, siano essi proposti da banche o imprese di assicurazione.
In entrambi i casi, la pubblica consultazione si chiuderà il 29 gennaio 2016.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

👥

Articoli correlati

I più visti