Insurance Trade

Generali, nei nove mesi l'utile netto sale del 16,6%

Bene anche la raccolta e il risultato operativo in tutti i rami e nell'asset management. In Italia continua il calo delle polizze unit-linked (-6,8%)

08/11/2019
Generali chiude positivamente i primi nove mesi del 2019 con un utile netto in aumento del 16,6% a 2.163 milioni di euro, grazie anche al contributo delle dismissioni, specifica una nota della società. L'utile netto normalizzato, escludendo l'onere one-off di 188 milioni dell'operazione di liability management si attesta a € 1.872 milioni (+6,2%). 

Robusto anche il risultato operativo a 3,9 miliardi (+9,1%), grazie al contributo di tutti i segmenti di business, con quello vita che cresce del 5%, e il danni del 3,1%, trainato dalla performance tecnica, che che compensa il calo della redditività corrente degli investimenti. Il combined ratio si stabilizza al 92,5%, -0,3 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, per effetto del miglioramento della sinistralità non catastrofale. Il risultato operativo dell'asset management cresce del 16,8%, principalmente a seguito del consolidamento dei ricavi delle nuove boutique. 

I premi lordi del gruppo crescono del 3,2% rispetto allo scorso anno, attestandosi a 51.379 milioni di euro. bene la raccolta netta vita, che supera i 10 miliardi (+24,5%), che riflette gli andamenti positivi in quasi tutti i principali Paesi di operatività del gruppo: l'Italia e l'Asia in generale beneficiano di minori riscatti mentre la Francia di maggiori premi. I prodotti unit-linked cedono il 6,8%, principalmente in Italia.
In aumento anche i premi del segmento danni (+4,3%) grazie al positivo andamento di entrambe le linee di business: l'auto cresce del 2,8%, mentre il non auto registra un aumento del 4,3%. 

Il patrimonio netto si attesta a 29.315 milioni di euro, in crescita del 24,2% a seguito dell'aumento della riserva per utili attribuibili alle attività finanziarie disponibili per la vendita derivante dall'andamento dei titoli obbligazionari. Il Preliminary regulatory solvency ratio, infine, è pari al 204%, in flessione di 13 punti base, dal 217% del 31 dicembre 2018. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

generali,
👥

Articoli correlati

I più visti